Pesa Urbino, 13 luglio 2017 - E' iniziata con la lectio magistralis dello psicanalista Massimo Recalcati a settima edizione di PopSophia. Incontri, musica, installazioni e proiezioni fino a domenica a Rocca Costanza ad ingresso gratuito. Il tema di quest’anno del festival della filosofia del contemporaneo è una nuova provocazione: 'Fuga dalla libertà'. 

Giovedì 13 luglio: alle 21.30, il direttore del QN - il Resto del Carlino Andrea Cangini inaugurerà con “L’illusione del libero arbitrio” la serie di lectio pop che ogni sera fino a domenica 16 giugno apriranno le serate di Popsophia. A seguire la filosofa e direttrice artistica Lucrezia Ercoli e la musicologa Maria Chiara Mazzi interverranno su libertà e ordine, avanguardia e tradizione ne “Gli anni che sconvolsero il mondo – da Marinetti a Lenin, da Majakovskij a Malaparte”, un concerto inaugurale dove convivono e si scontrano rivoluzioni e reazioni dei primi decenni del Novecento. Il concerto vede al pianoforte la presenza ormai confermata del maestro Lorenzo Bavaj con brani di Casella, Debussy, Ravel, Stravinskij, accompagnati dalle voci recitanti di Rebecca Liberati e Pamela Olivieri e i video del regista Riccardo Minnucci. 

Da venerdì 14 e fino a domenica 16, alle 21.30 arrivano i tre nuovi spettacoli filosofico-musicali prodotti in anteprima per il festival di Pesaro con la performance live del gruppo musicale “Factory” e gli interventi di numerosi filosofi e giornalisti della scena nazionale. Il tema “Mi alzo sui pedali” di venerdì 14 aprirà gli occhi sulla rivalità epica di Coppi e Bartali, i ladri di biciclette di De Sica, le pedalate musicali di Paolo Conte. Dalla fuga in bicicletta di Costante Girardengo si arriverà a Francesco De Gregori con l’intervento del giornalista e opinionista sportivo Leo Turrini e del filosofo Umberto Curi.

Il professore e filosofo Adriano Fabris e il giornalista Piero Sansonetti saranno presenti nella serata di sabato 15 per tornare alle contraddizioni della libertà – il nostro più grande desiderio e la nostra più inconfessata paura - con “I want to break free” - fughe dalla prigione da Erich Fromm ai Queen.

Per concludere, domenica 16, il terzo spettacolo musicale che chiuderà la rassegna pesarese di Popsophia sarà guidato dalle parole della giornalista Angela Azzaro e dello scrittore Simone Regazzoni. “Ti amo perdutamente”, una fuga in amore da Platone a Patty Smith, una lunga confessione tra Jacques Lacan e Bruce Springsteen sulla libertà e il coraggio di esporsi al più pericoloso e intenso dei sentimenti umani.

A chiudere le serate nel cortile della Rocca Costanza i Late Night Show a partire dalle 23.30: performance innovative di giovani filosofi e intellettuali che declineranno la “fuga dalla libertà” attraverso i più amati fenomeni pop del panorama contemporaneo, dalla nuova stagione di Twin Peaks al film Ghost in the Shell.