Sassocorvaro (Pesaro Urbino), 30 agosto 2017 – Protagonisti del “Premio nazionale Bruno Lauzi 2017”, giovedì 31 agosto dalle 21 a Mercatale di Sassocorvaro, saranno otto cantanti emergenti allievi della scuola di canto fondata da Valeria Visconti a Fermignano e Fano.

Sul palco allestito in piazza Ottaviani, gli otto giovani artisti canteranno soprattutto i successi canori di Bruno Lauzi, accompagnati alla chitarra da Patrick Antoniucci e Marta Balocchi. Si esibiranno Andrea Battisti, Monia Costantini, Virginia Lorenzoni, Ginevra Marcellini, Mattia Sciascia, Emanuela Luzi, Sofia Gnassi e, ospite molto attesa, Arianna Cleri, giovane cantante di Fermignano che ha vinto, qualche anno fa, il talent-show  “Io Canto” condotto da Gerry Scotti su Canale 5.

Obiettivo della manifestazione organizzata dall'associazione “Arte in musica” di Fermignano e patrocinata da Provincia e Comune di Sassocorvaro, è sempre stata quella di “offrire un palcoscenico e un'opportunità di visibilità a giovani talenti della musica” come ricorda il cantautore Antonio Rey Topi, ideatore e direttore artistico del Premio nazionale Bruno Lauzi, che aveva collaborato con il grande cantautore genovese.

E precisa “Da due anni non c'è più una gara tra cantanti, ma tutti i giovani partecipanti ricevono l'attestato di partecipazione al Premio nazionale Bruno Lauzi. Inoltre in questa settima edizione -spiega Antonio Rey Topi - ho anche voluto rendere omaggio a Valeria Visconti, artista di Fermignano che ha partecipato a due Festival di Sanremo e ha dedicato la sua vita alla musica e all'insegnamento del canto. E poi giovedì sera sono attesi sul palco come ospiti il cantautore Gianni Drudi che interpreterà i suoi successi, alcuni insieme a me, la cantante Michela Pacassoni e la stessa Valeria Visconti".

"E a luglio - fa notare Antonio Rey Topi - abbiamo anche ospitato la rassegna regionale dedicata alla fisarmonica, tipico strumento delle Marche: proprio qui a Sassocorvaro si sono esibiti i grandi maestri marchigiani della fisarmonica . E' stata un'altra novità di questa edizione del Premio nazionale Bruno Lauzi che è anche portatore di un forte messaggio sociale contro l'uso di tutte le droghe, con lo slogan: Se butti la droga, sei stupefacente”.  L'ingresso alla manifestazione è libero e gratuito.