Pesaro, 30 dicembre 2017 - I carabinieri hanno arrestato due moldavi di 41 anni e 54 anni in esecuzione di un mandato di cattura internazionale.

I due uomini, che non si conoscono tra loro, si erano messi in luce in Patria prima dell’arrivo in Italia per reati di vario tipo. Il 41enne per ’rapimento’ e appropriazione indebita e per questi due fatti deve scontare due anni e sei mesi di reclusione. Viveva a Marotta ma poi si era rifugiato in un casolare semi abbandonato a San Costanzo. I carabinieri della compagnia di Pesaro insieme ai militari di Marotta lo hanno rintracciato e arrestato mettendolo a disposizione delle autorità per l’estradizione.

Il secondo moldavo di 54 anni è stato catturato invece in zona Soria a Pesaro, dove alloggiava a casa di un connazionale. In Moldavia lo cercavano perché ha una pena da scontare di 12 anni di carcere per il reato di truffa. Non è chiaro di quale truffa si tratti ma è certo che per aver avuto una condanna a 12 anni deve averne fatte di grosse. L’uomo era già salito alla ribalta anche a Pesaro per una sanguinosa rissa tra moldavi con arresto di tutti i protagonisti. Sono stati i carabinieri di Borgo Santa Maria guidati dal maresciallo Antonio Rappa a pizzicarlo a Soria dopo aver abbandonato il suo domicilio di Borgo. Anche per il 54enne si attende l’estradizione