Cronaca

Undici cuccioli e un meticcio di piccola taglia sono stati salvati dalle guardie zoofile Oipa di Pesaro, intervenute dopo una segnalazione che aveva rilevato guaiti vicino agli argini del fiume Foglia. 
I cani erano sistemati all’interno di una carcassa di frigorifero dismesso e di una piccola struttura in mattoni fatiscente, dentro struttura in legno pericolante circondata da rifiuti e feci
I cuccioli, ammassati nei due ambienti, erano sprovvisti di cibo e acqua ed erano costretti a stare sopra le loro stesse deiezioni in un ambiente maleodorante ed esposto alle intemperie.
Gli 11 cuccioli e la cagnolina, che con ogni probabilità la mamma di parte dei piccoli, sono stati trasportati nella clinica veterinaria dell’Asur di Pesaro, due cani sono stati ricoverati per eseguire maggiori accertamenti sul loro stato di salute.
“Monitoravamo da tempo una comunità di cittadini rom accampati poco distanti perché detenevano alcuni cani in stato di avanzata gravidanza – sottolinea Matteo Ceccolini, coordinatore guardie zoofile Oipa di Pesaro-Urbino – La pratica della vendita abusiva o lo sfruttamento dei cuccioli per l’attività di accattonaggio è una purtroppo consolidata, quindi presumiamo che questo sarebbe stato il destino dei cani ritrovati, se non fossero prima stati abbandonati”.

Sport Tech Benessere Moda Magazine