Sant’Angelo in Vado (Pesaro e Urbino), 23 ottobre 2016 - Piazza Umberto I gremita per salutare i vip al profumo di tartufo: è successo a Sant’Angelo in Vado dove tantissimi erano i curiosi e i cacciatori di autografi in attesa della premiazione del Tartufo d’Oro edizione 2016 (FOTO).

Star della giornata l’attore di cinema e tv Gabriel Garko, premiato in rappresentanza della Ares Film srl, casa di produzione cinematografica: «Non bisogna mai porsi dei limiti in carriera – ha sottolineato il bel Gabriel, che ha anche narrato i retroscena della sua partecipazione al Festival di Sanremo – per questo venerdì prossimo debutterò a teatro in una commedia dal titolo “Odio Amleto”, un genere per me nuovo».

Tante le persone accorse per queste premiazioni che hanno visto vincere il prezioso tubero dorato anche l’attrice Adua Del Vesco e Cesara Buonamici, volto storico del Tg5.

Con Barbara Capponi nel ruolo di conduttrice, di premi ne sono stati consegnati 12: oltre a Garko e Buonamici , infatti, hanno ricevuto il riconoscimento Andrea Paoloni, 19enne campione italiano Enduro di Mountain Bike, i rappresentanti del Mulino Matteucci, attività a gestione familiare che da oltre 600 anni porta avanti tradizioni lavorando nella genuinità, Ines Ferri, diplomata all’Istituto delle Belle Arti di Urbino che vive e lavora tra Roma e Sant’Angelo in Vado e che tra le altre cose collabora per collezioni di alta moda con Valentino, Lancetti e Albertina, Mario Ferri, imprenditore e fondatore della Contro Card Srl e presidente onorario della Vadese Calcio, la società NTP (Nano Tech Projects), azienda nata nel 2012 con sede a Sant’Angelo in Vado che opera nel settore delle biotecnologie e nanotecnologie e già depositaria di brevetti nazionali e internazionali, l’Azienda Borsari E. & C. srl, uno dei principali trader di materie prime per l’agricoltura e la zootecnia e leader nella commercializzazione di cerali e loro derivati, Fausto Galli, imprenditore che partito da Vado appena 20enne in cerca di fortuna, ora è titolare di un ristorante nel nord del Galles, Mario Benedetti, vadese trasferitosi a Mar del Plata (Argentina) in tenera età che ha fatto anche parte del team che ha costruito il Large Hadron Collider del Cern di Ginevra e il generale Flavio Zanini, comandante in seconda della Guardia di Finanza e Grande Ufficiale dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana.

Assente il 97enne Giovanni Grassi, scampato nel 1943 all’eccidio di Cefalonia e che ancora oggi riesce a trasmettere con forza e determinazione determinati valori, rappresentato sul palco dall’amico fraterno Pasquale Nonni.

Grande folla anche al Campo della Pieve, adiacente alla Domus del Mito, dove si è svolta la 42esima edizione della gara nazionale di Cerca al Tartufo – trofeo Sergio Perrotta che anche quest’anno ha portato a Sant’Angelo in Vado le razze di cani da tartufo più prestigiose e i cavatori più competitivi.