Pesaro, 15 marzo 2017 - Hanno buttato giù, probabilmente a calci, la porta che conduce alle casse e alla stanza dove è collocata una cassaforte. Hanno rovistato in vari armadi e cassetti, ma alla fine se ne sono andati a mani vuote. E’ la cronaca del furto, un altro, avvenuto negli uffici a piano terra del distretto sanitario di Viale XI Febbraio, già preso di mira in altre occasioni, nella più recente delle quali i malviventi hanno aperto anche la cassaforte situata nell’ufficio cassa: anche stavolta hanno verificato, ma la cassforte era vuota, anche perché riportava ancora i danni subìti nell’ultima ‘visita’.

Il furto è avvenuto nell’ultimo week end, ma non si sa quando: gli uffici di viale XI Febbraio chiudono il venerdì alle ore 14, e quindi la fascia nutile per i ladri era da allora a ieri mattina alle ore 7 circa, quando la portiera e l’impiegata dell’Urp hanno scoperto l’intrusione. Con maggiore certezza, sia sa invece da dove sono entrati: spaccando un vetro della finestra dell’ufficio del medico del distretto, che dà sul cortile interno. Stavolta, i ladri non hanno neanche tentato di scassinare, puntando agli spiccioli, le macchinette del caffè. Hanno rovistato, in vari uffici, escluso quello dell’Urp, ma incluso quello dell’anagrafe, poi se ne sono andati dalla stessa porta da cui erano entrati.

«Resta il fatto – segnalava ieri mattina una delle dipendenti – che qui passa troppa gente sospetta. Chissà perchè, tutti quelli che chiedono di andare al bagno vanno a quello vicino alle casse. Forse qualcuno fa dei sopralluoghi, e noi non ce ne accorgiamo». Sulla porta dell’ingresso principale, c’è il cartello che segnala la presenza delle telecamere. Ma non è chiaro se in questo caso siano di aiuto alle indagini della polizia, intervenuta sul posto.