Casteldimezzo di Pesaro (Pesaro e Urbino), 12 ottore 2017 - Tre serate dedicate ai piatti di mare in rosso, ovvero col pomodoro. E’ la rassegna che parte domani alla Taverna del Pescatore. Tre venerdì con cena abbinata a un libro a sorpresa in regalo, con la guida del sommelier Otello Renzi. Si parte domani sera alle ore 20.30 con una cena a tema su «Gli antichi piatti di pesce della tradizione al sugo di pomodoro», abbinati ai vini della cantina Lucarelli. Due antipasti (polenta al pesce e lumachine di Casteldimezzo), un primo piatto (Patacucc cec e puracc e poi tagliolini di pasta fresca con la bomba di pesce) un secondo (arrosto segreto di pesce), poi la zuppa inglese per dolce. «I patacucc – spiegano Otello Renzi e Marco Baffoni della Taverna del Pescatore – sono una pasta maltagliata composta per metà da farina normale e per metà da farina di mais: un piatto tipico dei portolotti da riscoprire». La cantina La Ripe di Roberto Lucarelli presenterà la novità Albanella Terre di Fuocaia, il Rocho Bianchello del Metauro superiore e il Colli pesaresi Sangiovese doc Le Ripe.

La seconda cena a tema è in programma venerdì 20 ottobre alle ore 20,30 dal tema «I vini rossi Marchigiani incontrano il pesce». Il menù: mazzancolle con schiacciata di patata rossa di Sompiano; seppie con piselli; tagliatelle al sugo di pesce azzurro; brodetto della Marcella; pera vestita di Rosso alla cannella.

Da sinistra, Renato e Marco Baffoni (Taverna del Pescatore)

Da sinistra, Renato e Marco Baffoni

Infine venerdì 27 ottobre alle ore 20.30 serata in onore del “Bianchello d’autore” con la partecipazione di 9 produttori di Bianchello del Metauro Doc e questo menù: razza ai peperoni rossi; insalata di baccalà con porro fresco e olio Evo; piadina con sardoncini; tagliatelle al sugo rosso di baccalà; classico baccalà di Casteldimezzo; dolce alle pere. Tutte le cene costano 32 euro e comprendono la degustazione di almeno tre vini di grande qualità, oltre a un libro a sorpresa in regalo. Le prenotazioni sono già aperte allo 0721 208116. Con una raccomandazione: «E’ bene prenotarsi per tempo – spiega il titolare dalla Taverna Marco Baffoni (con papà Renato) – perché, come sempre, alla Taverna il pesce è fresco e vogliamo organizzare con cura queste cene a tema».