Tavullia, 19 giugno 2017 - Un bimbo di appena 18 mesi di Padiglione di Tavullia è stato morso dal cane di casa, un Labrador. Che notoriamente è un animale placido. Ma non l’altra sera. Ha avuto una reazione feroce motivata dal fatto, forse, che il bimbo lo ha disturbato mentre stava mangiando. Girandosi verso il piccolo, con la bocca aperta e i denti sporgenti, il cane ha «stretto» seppur per poco la testa del bambino procurandogli tre buchi, anche in una guancia. La chiamata al 118 ha permesso di portare subito i soccorsi con trasferimento del bambino al San Salvatore di Pesaro. Le ferite, non particolarmente profonde, erano comunque sanguinanti e questo ha terrorizzato i genitori del bambino, il quale non ha mai perso conoscenza strillando, questo sì, per il dolore. Da quanto si è appreso, il morso del cane non ha causato danni importanti ma per tutta sicurezza sarebbe stata adottata ogni cautela farmacologica per evitare la ‘rabbia’.

Il cane, che è regolarmente custodito, ha mollato quasi subito la presa sulla testa del bimbo evitando che le conseguenze fossero molto più drammatiche.

Fino a quel momento, il bimbo aveva sempre giocato con l’animale che sapeva dunque riconoscerlo. Neppure i familiari si erano preoccupati della vicinanza dell’animale al bambino proprio per la consuetudine di quei gesti. E non c’erano state avvisaglie di insofferenze dell’animale per la vicinanza del bimbo. Da qui lo choc dei familiari del piccolo nel vedere la reazione del Labrador, che ha subito mirato alla testa del piccolo. Il quale ora è ricoverato in ospedale in condizioni non gravi.