Pesaro 23 maggio 2017 – Dal produttore al consumatore: sono quattro i mercati agricoli che verranno aperti nei quartieri di Pesaro da giovedì 25 maggio: i cittadini vi potranno trovare prodotti di stagione e a km 0 da acquistare dagli stessi produttori.

Si parte giovedì mattina: dalle 7 alle 13 i cittadini potranno acquistare primizie del territorio nel mercato agricolo allestito da quattordici operatori di Cia e Confagricoltura nel quartiere Cinque Torri, in piazza Staranzano, vicino al centro civico, coordinati da Davide Roscetti; l'inaugurazione è prevista per giovedì mattina 25 maggio alle 10.

Quindi il giovedì pomeriggio dalle 16 alle 21 dieci operatori coordinati da Tommaso Lombardi daranno vita al mercato in via della Liberazione, mentre il venerdì mattina l'appuntamento è con il mercato agricolo di via Simoncelli allestito da quattordici produttori di Coldiretti - Campagna Amica, coordinati da Thomas Amici, nel nuovo parcheggio dello stadio Benelli.
Poi partirà a giugno il mercato agricolo “La merenda del contadino” allestito da cinque agricoltori, sul San Bartolo, a Santa Marina Alta, nello spazio dove c'è anche un'area attrezzata per il pic-nic; questo mercato si svolgerà dal venerdì alla domenica in orario 16.30 – 21.30 e sarà coordinato da Giuseppe Pierleoni dell'azienda agricola Agririo.

L'assessore comunale Luca Bartolucci spiega: “Abbiamo risposto al desiderio e alla richiesta dei cittadini che da tempo chiedevano mercati di quartiere dove poter acquistare prodotti eccellenti, sani e genuini del nostro territorio - evidenzia Bartolucci - . Vogliamo valorizzare il lavoro dei produttori di Pesaro e del territorio provinciale e ricostruire una cultura del mangiare bene. Avevamo previsto cinque mercati agricoli, ma quello di Vismara non riesce a partire per il momento”.


I gestori, gruppi di produttori rappresentati da un coordinatore, sono stati individuati tramite bando pubblico e avranno in concessione i mercati per tre anni. La responsabile del Servizio comunale Attività produttive Stefania Marchionni precisa: “Il regolamento comunale dei mercati, approvato dal consiglio comunale, prevede che nei mercati agricoli i produttori vendano prodotti agricoli stagionali delle loro aziende situate nel territorio provinciale”.

Al mercato agricolo sul San Bartolo si potrà acquistare da giugno anche il salame di maiale ricoperto di cera d'api realizzato dall'azienda agricola “Agririo” con agriturismo a Rio Salso di Tavullia: “Grazie alla c'era d'api – spiega il produttore Giuseppe Pierleoni - questo salame si conserva “sotto vuoto” per mesi, senza dover essere tenuto in frigorifero”.

Intanto al mercato del venerdì mattina in via Simoncelli si può acquistare anche il Topinambur, un tubero coltivato e venduto dalla società agricola Bio-Vitaly di Santa Maria dell'Arzilla: le titolari, Roberta e Francesca Vitali, precisano che “è adatto all'alimentazione dei diabetici e dei celiaci perché non contiene glutine”.