Gabicce Mare (Pesaro e Urbino), 20 giugno 2016 - Grande successo per la seconda edizione di Disco Diva, il grande evento dedicato alla disco music a Gabicce: sono stati oltre diecimila le presenze nelle due location del festival, mare e monte, durante i quattro giorni di musica.

«Il successo di Disco Diva non può prescindere dall’unicità della location che ospita l’evento: una splendida terrazza naturale, a 150 metri d’altezza, affacciata sul mare – sottolinea il sindaco Domenico Pascuzzi –- Il borgo di Gabicce Monte ed in particolare la sua splendida Piazza Valbruna, tornano come un tempo ad essere protagonisti delle serate estive di qualità. Un panorama mozzafiato sulla riviera e tramonti romantici hanno fatto da sfondo al palcoscenico dove si sono susseguiti i prestigiosi ospiti internazionali».

Soddisfazione anche nelle parole di Cristina Tassinari, art director e presentatrice: «La mia sfida, quella di far tornare Gabicce Monte il luogo dove la musica disco ha avuto origine in Italia, è stata vinta già dallo scorso anno. Questa edizione è stata un grande successo e il pubblico ha risposto numeroso e ha apprezzato la scelta artistica, concentrata su artisti di nicchia, segno che questo genere musicale non morirà mai. Sono sempre più convinta che Gabicce faccia rima con disco music. Ci sono già grandi idee per l’edizione 2017».

Grande novità di quest’anno la Fiera vintage e Street food, rigidamente ‘70 e ‘80, realizzata per le strade di Gabicce Mare grazie a Romagna Fiere Forlì e allo staff di “Vintage! La moda che vive due volte”. Nel frattempo piazza Valbruna è diventata per 4 giorni una discoteca a cielo aperto grazie a tanti ospiti d’eccezione: i “La Bionda”, AAX dei Traks, Claudja Barry e Ronnie Jones, di nuovo insieme dopo 35 anni. Sul palco anche band come “Ridillo” e “Charme&Shake”. Alle consolle si sono alternati 24 grandi Dj.

Durante il Festival sono stati consegnati i “Disco Diva Awards” a protagonisti della musica, del costume e della moda: Nenella Impiglia Curzi, imprenditrice e titolare del marchio internazionale Vic Matié; Maurizio Clemente per la traduzione e pubblicazione in Italia Del libro “Love Saves the day” sulla cultura legata alla musica disco; Kruger Agostinelli, Claudio Casalini e Enrico Filippini; Renato Ricci che ha aperto le porte nel 1982 al rinnovato Pineta di Milano Marittima e ha continuato al Pascià di Riccione; Felicita’ Romagnoli, “private chef” di star dello spettacolo e autrice del libro “Food& Music”.