Pesaro, 7 febbraio 2017 - Si chiamano Chase Venuto, Alec Iacovelli e Robert Kendall. I primi due sono di New York, il terzo viene dal Nevada. Sono i volti nuovi del football americano che quest'anno torna a regalare a Pesaro il palcoscenico della serie A1, che mancava dal 1992.

I Ranocchi Uta, che inizieranno la stagione in trasferta, a Parma il 5 marzo, hanno scelto tre ragazzi di qualità appena usciti dal college. Chase Venuto, 23 anni, è il quarterback, il regista della squadra, figlio di un allenatore, con uno zio che ha giocato nella Nfl, insomma proviene da una famiglia di grandi tradizioni e presto avrà il passaporto italiano perché le sue origini sono siciliane e potrà giocare con lo status di oriundo.

Newyorchese come lui, e suo amico sin dall'infanzia, è il runningback Iacovelli, che al college ha praticato la lotta greco-romana e torna a giocare a football al fianco del compagno proprio in Italia.

Infine, Kendall, il velocista della squadra, che corre 40 yards in 4'48'': lui viene dal Nevada, ha 24 anni, e gioca safety, ruolo chiave della difesa.

"Siamo onorati di giocare qui, renderemo Pesaro orgogliosa di noi" hanno detto alla presentazione che si è svolta nell'azienda di Giovanni Ranocchi, al suo 10° anno consecutivo come sponsor: "Quest'anno vedremo un gioco più spumeggiante, sogno gli spalti pieni" è il suo auspicio. Mentre il presidente Fabbri ha coronato il suo sogno. "Ci abbiamo messo dieci anni, ripartendo dalla B, ma alla fine rieccoci qui, nella massima serie: sarà dura, ma è quello che volevamo".

di e. f.