Pesaro, 24 agosto 2017 - Per la prima volta in Italia si disputano i campionati mondiali di ginnastica ritmica. La federazione internazionale ha scelto Pesaro, avendo apprezzato il lavoro svolto nelle precedenti nove edizioni della World Cup. Il Comitato organizzatore è composto dalla società Aurora Fano e dall’Aspes. Presidente del Col (Comitato organizzatore locale) è Paola Porfiri che ha scelto come ambasciatrice dell’evento la russa Alina Kabaeva, ex campionessa olimpica e, secondo quanto riferito da diverse fonti, compagna di Vladimir Putin, da cui sembra abbia avuto due figli. Ora modella e personaggio politico, l’ex ginnasta sarà in città durante tutta la manifestazione, dal 30 agosto al 3 settembre all’Adriatic Arena.

Vladimir Putin con Alina Kabaeva«E’ per noi un grande onore che sia stata scelta Pesaro per ospitare uno degli eventi più importanti in Italia del 2017 – esordisce il sindaco Matteo Ricci -, un riconoscimento per tutti questi anni di ottimo lavoro. E’ sicuramente anche merito del nostro palas, tra i più belli del paese». I numeri sono quelli delle grandi occasioni: 54 nazioni, 177 ginnaste, 94 quelle che gareggeranno nelle gare individuali. I 35esimi campionati del mondo potrebbero avere un bacino potenziale di spettatori che supera i 120 milioni, anche grazie ai 120 media internazionali accreditati. Ci saranno tutte le squadre più forti del mondo. Dalla Bielorussia, alla Cina, passando per la Russia e la Spagna, fino a Israele, Ucraina, Stati Uniti e Australia. Per la prima volta nella storia parteciperanno Capo Verde, Singapore e Sri Lanka. Ci sarà tanta attesa per le farfalle azzurre di Emanuela Maccarani. Tra esse due atlete marchigiane: Martina Centofanti e Milena Baldassari, di Fabriano.

«Per questo evento la Regione ha stanziato centomila euro – sottolinea il consigliere regionale Andrea Biancani -, questo perché crede nell’importanza della manifestazione». Poi è la volta del presidente nazionale della Federginnastica, Gherardo Tecchi: «E’ stata scelta Pesaro perché a livello di organizzazione e di strutture non ha eguali in tutta Italia». Il numero uno della Federazione continua: «Unico neo, il sorteggio infelice: la squadra azzurra scenderà in campo per seconda, dopo il Messico». Riguardo alle ginnaste presenti: «Avremo due giovanissime negli esercizi individuali, entrambe classe 2001, Alexandra Agiurgiuculese di Udine e Milena Baldassari di Fabriano». All’ultimo momento non è potuta essere convocata la campionessa italiana Veronica Bertolini per un problema al piede. «L’obiettivo è far crescere sempre di più questo sport anche come visibilità – interviene la presidente del Col, Paola Porfiri – e credo che ci siamo riusciti. Abbiamo iniziato 15 anni fa con il primo campionato italiano». La Porfiri, che è anche presidente dell’Aurora Fano, prosegue: «Ho scelto come ambasciatrice la Kabaeva non solo perché è una delle ginnaste più famose al mondo, ma anche perché ha gareggiato con il mio club per due anni, nel ’98 e ’99». Sui Mondiali dice: «Sono frutto di una bella collaborazione con il Comune e la Regione. Sarà un bellissimo campionato che si chiuderà con il magnifico banchetto a Palazzo Ducale a Urbino». Chiude Luca Pieri, presidente Aspes: «L’evento sarà trasmesso in diretta televisiva in tutti i paesi partecipanti e per il turismo sportivo di Pesaro sarà senz’altro un volano straordinario».