Pesaro, 19 settembre - Una bella grana da risolvere a poche ore dal Memorial Ford, che funge ormai da tempo anche da presentazione della squadra alla tifoseria e dunque alla città. Zak Irvin vuole andarsene: il giocatore, che durante il precampionato ha sfornato alcune partite interessanti ed altre indecifrabili, avrebbe manifestato alla società un certo disagio, sostenendo di non essersi ambientato e di sentire nostalgia di casa. Ieri alla ripresa degli allenamenti dopo la domenica di riposo, l'ex Michigan non era sul parquet: la Vuelle ha motivato la sua assenza con una sindrome influenzale: ben altre, invece, erano le ragioni che stavano alla base di questo forfait. Già ieri c'è stato un colloquio fra la dirigenza e l'americano per chiarire la faccenda e oggi le due parti si parleranno di nuovo, ma le chances di convincerlo sembrano esigue. Fra l'altro, trattenere per forza un giocatore che non vuole restare è un rischio troppo grosso da correre. In caso di separazione, la Vuelle non brucerebbe nemmeno il visto perché i tesseramenti, come d'abitudine, vengono effettuati a ridosso della prima di campionato e la sensazione è che lo staff tecnico si sia già mosso per cercare un'alternativa nel ruolo di ala piccola. Stasera, al Memorial Ford, ne sapremo di più. Appuntamento alle 20,30 al PalaD di Campanara per la sfida contro Reggio Emilia. Botteghini aperti dalle ore 19.