Pesaro, 18 marzo 2017 - Fin troppo facile per l'Italservice contro un'Aosta già retrocessa. Ma ieri pomeriggio, al di là del risultato 12-1 per Pesaro, era il giorno della festa. Il club ha infatti organizzato una serie di iniziative. Per l'occasione gli spettatori hanno potuto indossare la maglia celebrativa che la società ha confezionato per la vittoria del campionato e alzare la Coppa Italia in un angolo del campo durante l'intervallo e farsi scattare una foto ricordo dal fotografo ufficiale Filippo Baioni.

Non solo. Il bar situato all'ingresso ha offerto un buffet a tutti i partecipanti. Al botteghino, poi, è stato distribuito il poster che raffigura la squadra promossa con tre giorni di anticipo e che il prossimo anno disputerà la massima serie. Durante l'intervallo il presidente Lorenzo Pizza nel ringraziare tutti ha voluti al suo fianco Carlo Mercantini, il fondatore di questa realtà.

Festa, ringraziamenti, foto, autografi, applausi (guarda le foto). Ma c'è stata anche la partita che Pesaro ha affrontato rispettando gli avversari. Aosta si è presentata con tutti giovani, i titolari non c'erano. Ragazzini che hanno comunque venduto cara la pelle, segnando anche un gol con il giocatore-allenatore Rosa. Anche mister Cafù ha dato spazio a tutti. Hanno giocato, dimostrando di non essere da meno delle prime linee, Mercolini, Bonci, Gennari e Vagnini. Tra i veterani Hector ha firmato il poker, mentre Lamedica ha siglato la tripletta. Insomma una festa anche a suon di gol.