Jesi, 15 ottobre 2017 – La Vis Pesaro polverizza il tabù dello stadio Carotti di Jesi in cui non vinceva da 49 anni. La squadra di Riolfo annichilisce la compagine di Gianangeli con un 1-4 che dà grande dimostrazione di forza dell’undici pesarese che si rilancia ai vertici della classifica.

La Vis schiaccia all’indietro la Jesina fin dalle prime battute di gara, ma trova il premio nella ripresa segnando tre gol nei primi 13 minuti della ripresa. Dopo un minuto e mezzo apre le danze Olcese capitalizzando in rete un tiro di Baldazzi smorzato da Tavoni.

Poco dopo è Baldazzi ad approfittare di una frittata difensiva di retroguardia e portiere jesino conquistandosi il raddoppio. Il tris arriva di lì a poco quando Cruz si guadagna e trasforma un calcio di rigore.

Lo 0-3 ha un lieve scossone a nove minuti dal termine quando Sassaroli si conquista un rigore che trasforma Pierandrei poi, al 90esimo Olcese realizza di potenza e classe la doppietta personale e il punto dell’1-4 definitivo. La Vis si mantiene seconda e accorcia dal Campobasso in vetta, ora distante appena un punto. Domenica al Benelli arriva la Vastese.