Pesaro, 24 settembre 2017 - Quattro su quattro. La Vis Pesaro non si ferma e contro l'Avezzano centra la quarta vittoria consecutiva che eguaglia il record delle stagioni 1961-62 e 1938-39 fra le migliori partenze in assoluto della stagione vissina. La quarta vittoria è anche la più bella perchè suffragata da un'enorme prova di forza dei ragazzi di Riolfo che, ai tre punti, aggiungono il carico della miglior prestazione stagionale. E anche un Avezzano assolutamente apprezzabile deve chinare il capo davanti ad una Vis che si dimostra superiore.

Finisce 2-1 una gara aperta dalla rete di Buonocunto al 34esimo. Una gemma quella del trequartista friulano che disegna una parabola da fuori area che batte imparabilmente il portiere ospite. Nel secondo tempo il match resta combattuto, ma è Olcese a mandarlo in discesa segnando il 2-0 al 70esimo: cross di Ficola e imperioso stacco di testa vincente dell'argentino. La vittoria viene messa in pericolo solo nel finale quando Marfella manca una presa su cross dalla destra che agevola il 2-1 sottomisura dell'avezzanese Acatullo.

Esulta la Vis che si riprende la vetta solitaria dopo il momentaneo sorpasso del sabato tentato dal Campobasso. Domenica la Vis sarà di scena a Pineto in casa dell'ex allenatore Daniele Amaolo.

Da segnalare anche che al Benelli è andato di scena il ricordo di Tonino Benelli con le moto d'epoca del Leoncino che, all'intervallo della gara, hanno ruggito in memoria dell'anniversario della scomparsa del campionissimo pesarese delle due-ruote. Un altro momento di "pesaresità" nel giorno della festa patronale di San Terenzio.