Matelica (Macerata), 11 febbraio 2018 – Serviva la partita perfetta e la partita perfetta è arrivata. La Vis Pesaro espugna Matelica per 2-1 e riapre la lotta al vertice accorciando a quattro punti di distacco dalla capolista. Vanno in visibilio gli oltre 300 pesaresi al seguito a Matelica che applaudono una Vis dominante oltre ogni più rosea previsione.


La Vis annichilisce il Matelica nel primo tempo mettendo da subito le tende nell’area della capolista e passando in vantaggio dopo 16 minuti. Il gol nasce da un traversone di Carta che trova un velo di Olcese e Baldazzi che segna di testa sbucando alle spalle dei difensori.
Vantaggio che diventa 0-2 dopo appena tre minuti di gara: altro gol di testa, altro assist di Carta, ma questa volta a gonfiare la rete è la zuccata di Buonocunto
.

Dopo dieci minuti il Matelica si rimette in corsa ripagando con la stessa moneta del colpo di testa: con D’Appolonia a irrompere sul cross di Angelilli. Sarà un 1-2 che non cambia la sostanza di una Vis che continuerà a legittimare il vantaggio rischiando più il terzo che il pareggio del Matelica.
A 11 partite dalla fine il campionato è riaperto. Domenica si torna al Benelli con Vis-Jesina.