Bologna, 22 ottobre 2017 – Francesco Critelli è stato confermato alla guida del Pd di Bologna. Il segretario uscente ha vinto il congresso dei dem con il 52,3% dei voti degli iscritti, staccando l’ex assessore al Welfare Luca Rizzo Nervo, che si è fermato al 37,9%, e il renziano Piergiorgio Licciardello, al 9,6%. Critelli era stato eletto la prima volta nel 2015. La percentuale raccolta da Critelli gli permette di essere eletto al primo turno, senza affrontare il ballottaggio nell'assemblea dei delegati.

Termina così un congresso segnato da asprissime polemiche, scontri anche personali e ricorsi contro presunte irregolarità nel tesseramento, tutti respinti. Critelli era sostenuto dall’ala orlandiana e cuperliana del partito, ma anche dal gruppo renziano legato al parlamentare Gianluca Benamati.

Un’alleanza trasversale che alla fine ha avuto la meglio su quella – altrettanto eterogenea – dietro Rizzo Nervo: orlandiani delusi e turborenziani legati alla vicepresidente della Regione, Elisabetta Gualmini. Primo punto sull’agenda di Critelli sarà quello di ricucire gli strappi interni e in particolare la frattura col sindaco Virginio Merola, con cui, in questi giorni, sono volati gli stracci.