Ravenna, 13 settembre 2017 - Prosegue il viaggio della settima edizione di ‘Dante 2021’, in cui passato e presente si intrecciano. Domani pomeriggio alle 17, la Sala Dantesca della biblioteca Classense – così ribattezzata nel 1921, in occasione delle celebrazioni del sesto centenario della morte del Sommo Poeta – ospiterà la conversazione tra il direttore de ‘La Stampa’ Maurizio Molinari e Antonio Patuelli, presidente della Cassa di Risparmio di Ravenna e dell’Associazione Bancaria Italiana, sul valore di ‘comunità’ al tempo della globalizzazione. Si partirà in particolare da una citazione, e quindi da una prospettiva dantesca: i versi «e sonar nella voce e ‘io’ e ‘mio’/quand’era nel concetto ‘noi’ e ‘nostro’» (Paradiso XIX, vv. 11-12).

Si terrà nella recentemente restaurata Sala Dantesca anche l’incontro di venerdì 15 settembre con la dantista Teodolinda Barolini della Columbia University di New York, mentre continuano gli appuntamenti fino a domenica 17, protagonisti fra gli altri Sandro Lombardi, Davide Riondino, Stefano Salis, Carlo Ossola, Giuseppe Polimeni, Bruno Cucinelli nonché Corrado Augias e Enrico Ruggeri, che riceveranno rispettivamente i premi Dante-Ravenna e Musica e Parole 2017.

Ingresso gratuito. Info e programma dettagliato www.dante2021.it.