Ravenna, 11 settembre 2017 - Ravenna e Firenze insieme per celebrare Dante e dare il via alle celebrazioni di avvicinamento al settimo centenario della morte del Sommo poeta. La cerimonia di domenica è stata nel segno del futuro. «Pensiamo a un grande evento espositivo per il 2021 che coinvolga almeno le città di Ravenna e Firenze, organizzato in maniera congiunta e per promuovere in tutto il mondo il settimo centenario dantesco. Ravenna è pronta per questa sfida straordinaria» anche attraverso «la valorizzazione di tutti i luoghi danteschi».

È quanto ha anticipato il sindaco Michele De Pascale parlando a Ravenna davanti al ministro Dario Franceschini e al collega Dario Nardella, primo cittadino del capoluogo toscano.

Nardella ha proposto di estendere le celebrazioni del settecentesimo «a un anno intero: da settembre 2020 a settembre 2021, così si abbraccia anche l’anniversario della nascita».

Il sindaco fiorentino, oltre a sostenere la valorizzazione in chiave turistica e culturale della linea ferroviaria che attraverso l’Appennino collega Firenze e Ravenna, ha infine indicato un altro collegamento infrastrutturale tra le due città a suo parere da valorizzare in chiave dantesca: «La 203, la strada di Dante».

«Stiamo immaginando di costruire qualcosa su Dante anche dal punto di vista televisivo: le letture di Benigni hanno dimostrato di essere in grado di arrivare a fasce di popolazione a cui non sarebbero arrivate in altro modo». ha poi detto il ministro dei beni culturali Franceschini. «Dante è davvero l’Italia nel mondo»

Intanto è tutto pronto l’edizione 2017 del Festival dedicato al padre della lingua italiana, organizzato dal 13 al 17 settembre nei luoghi danteschi di Ravenna: Antichi chiostri francescani, Biblioteca classense, Basilica di San Francesco e Casa Matha. In programma incontri, spettacoli e concerti, nel ricordo di quel primo incontro fra il viaggiatore Dante e la guida Virgilio. Promosso dalla Fondazione Cassa di risparmio di Ravenna con la direzione scientifica dell’Accademia della Crusca, ‘Dante 2021’ prevede appuntamenti, tra gli altri, con lo stilista Brunello Cucinelli, i vincitori delle Olimpiadi di italiano organizzate dal ministero dell’Istruzione, figure di riferimento della storia del teatro italiano come Sandro Lombardi e David Riondino. Sabato saranno premiati lo scrittore Corrado Augias e il cantautore Enrico Ruggeri.