Ravenna, 18 marzo 2017 - Due murales per contrastare la piaga del gioco d’azzardo. Questo, in sintesi, il senso dell’iniziativa del Gruppo dello Zuccherificio che ha inviato a Ravenna Hu–Be, artista di Reggio Emilia, autore di Scribblitti. Dal 20 al 23 marzo, sarà a Ravenna per realizzare due opere e dare così il suo contributo alla campagna permanente ‘Per non morire di gioco d’azzardo’.

La prima sarà eseguita su un muro del Sert, mentre la seconda su un pannello mobile per installazioni in luoghi pubblici, ospitato dalla Fraternità di San Damiano di padre Claudio Ciccillo. Il progetto Scribblitti si sviluppa secondo una precisa dinamica: l’autore incontra il committente che offre una parete di casa o un altro spazio proprio, insieme si conoscono, discutono, raccontano, condividendo idee e storie.

Al termine della giornata, il lavoro è completato e quello che è successo in quel tempo e quella che l’artista disegna fanno parte di ‘quel posto e di quelle persone, perché non sarebbero potuti accadere altrove’. Giovedì 23 marzo alle 18.30, al Convento dei Cappuccini di via Oberdan, sarà ufficialmente presentato il lavoro di Hu – Be. Oltre all’autore, sarà presente anche la psicologa Chiara Pracucci. L’incontro è aperto al pubblico. L’evento è realizzato con il sostegno dell’assessorato alle Politiche sociali e in collaborazione con il tavolo permanente contro il gioco d’azzardo istituito dal Comune di Ravenna.