Bologna / Ancona / Ascoli / Cesena / Civitanova Marche / Fano / Fermo / Ferrara / Forli / Imola / Macerata / Modena / Pesaro / Ravenna / Reggio Emilia / Rimini / Rovigo

La magia della Natività: a Brisighella torna il presepe vivente

Rilanciato dopo 13 anni di assenza

Oltre 120 figuranti e un coro di 27 membri

di Lorenzo Pelliconi

Le immagini della Natività
Brisighella (Ravenna), il presepe vivente

Brisighella (Ravenna), 24 dicembre 2012 - C’era qualcosa di magico nell’aria, ieri pomeriggio, in centro storico a Brisighella. Forse la voglia di ritrovarsi tutti assieme e di condividere un paio d’ore il ricordo della Natività con il presepe vivente, rilanciato dopo tredici anni di assenza. Si avvertiva, girando fra le persone, e facendosi raccontare qualche bella storia, l’emozione di chi, ritrovandosi dopo tanto tempo, aveva voglia di ritornare a ricordare assieme la nascità di Cristo.

 

L’iniziativa ha coinvolto persone di tutte le età, dai più piccini ai più anziani, molti già presenti nelle precedenti edizioni. Addirittura c’è chi le ha fatte tutte, come Vittorio Sgarzari, o chi ne ha fatte molte, come Augusto Masi. “Interpretiamo due pastori – spiegano – e abbiamo partecipato negli anni ‘80 e ‘90 al presepe vivente di Brisighella. Ci siamo preparati in questo ultimo week end e con le prove negli scorsi giorni, anche il lavoro che c’è dietro è di oltre due mesi”.

 

Oltre 120 figuranti e un coro di 27 membri, diretti sotto l’attenzione del sindaco Missiroli, e in particolari registe Angela Esposito e Margherita Rondinini. “C’è voluta sicuramente una grande volontà – ammettono – c’è stato un grande lavoro non solo dei figuranti, ma dei volontari dietro le quinte, almeno un altro gruppo di una quarantina di persone”. Tante poi le famiglie interamente impegnate nella manifestazione, come la famiglia Neri. Marco, per esempio diciassette anni fa, interpreto’ Gesù bambino, con suo padre nel ruolo di Giuseppe, mentre la sorella Michela lo fu nell’88. Ieri erano tutti pastori. Il corteo è partito da Piazza Carducci, dove erano localizzati i pastori della montagna, per salire sotto la via degli Asini, dove si sono tenute le scene dell’annunciazione e del sogno di Giuseppe, per poi concludere il presepe all’anfiteatro Spada, con la scena dell’adorazione dei pastori e dei Re Magi a Gesù Bambino sotto la capanna di Betlemme.

di LORENZO PELLICONI

Condividi l'articolo
video ravenna
Offerte su volantino a ravenna
Trova aziende e professionisti
Powered by ProntoImprese

  • Notizie Locali
  • il Resto del Carlino:
  • La Nazione
  • Il Giorno
  • Blog
Copyright © 2013 MONRIF NET S.r.l. - Dati societari - P.Iva 12741650159, a company of MONRIF GROUP