Faenza, 24 febbraio 2017 - All’età di 96 anni, nella sua Faenza, all’ospedale, è morto Vito Ortelli, era la più vecchia maglia rosa vivente. Autentica leggenda di un ciclismo antico, Ortelli corse per la Bianchi, la Benotto, l’Olympia, la Rabeneick, l’Atala e la Lygie, si distinse sia su strada che su pista. Le principali vittorie furono il Giro di Toscana nel 1942, la Milano-Torino nel 1945 e nel 1946, una tappa al Giro d’Italia 1946, il Giro del Piemonte nel 1947, il Giro di Romagna ed il campionato italiano nel 1948. Su pista fu campione italiano nell’inseguimento nel 1945 e nel 1946. Al Giro d’Italia fu terzo nel 1946, vestendo la maglia rosa per 6 giorni, e quarto nel 1948, con 5 giorni in maglia rosa.

Dopo la morte di Cesare Del Cancia nell’aprile del 2011 era diventato il più vecchio corridore ancora in vita ad aver vestito la maglia rosa. Dopo la morte di Ferdi Kübler nel dicembre 2016, era il più anziano corridore ancora in vita ad essere salito sul podio del Giro.

 Da oggi pomeriggio Ortelli sarà esposto alla camera mortuaria di Faenza fino a mezzogiorno di sabato, poi sarà portato a Ravenna dove sarà cremato.

Lascia il figlio Vittorio.