Ravenna, 10 novembre 2017 - Due uomini, H.J. e A.H., 23enni di nazionalità tunisina, sono stati arrestati dalla Polizia di Stato rispettivamente per i reati di porto di armi o oggetti atti ad offendere e per ingresso e soggiorno illegale nel Territorio dello Stato.

Ieri sera una Volante che transitava in via Bolognesi a Ravenna, ha proceduto al controllo di un’auto con a bordo due persone. All’interno del vano porta oggetti i poliziotti hanno rinvenuto un tirapugni in metallo nero, che è stato sequestrato. Il conducente ed il passeggero, entrambi stranieri privi di qualsiasi documento, sono stati perquisiti. Addosso a quest’ultimo gli agenti hanno rinvenuto due involucri contenenti rispettivamente piccole quantità di cocaina e marijuana, sottoposte a sequestro.

I due uomini sono stati accompagnati in Questura e identificati attraverso la comparazione delle impronte digitali, risultando essere H.J. e A.H., 23enni di nazionalità tunisina. H.J. è risultato gravato da pregiudizi per reati inerenti gli stupefacenti, nel contesto gli è stato notificato il rifiuto al rilascio del permesso di soggiorno da parte della Questura di Forlì.

Inoltre, è stato denunciato sia all’Autorità Giudiziaria per il reato di porto di armi o oggetti atti ad offendere che all’Autorità Amministrativa perché sorpreso alla guida senza aver mai conseguito la patente. L’altro uomo, non in regola con le norme sul soggiorno, è stato denunciato  per il reato di ingresso e soggiorno illegale nel Territorio dello Stato. L’auto sulla quale viaggiavano, di proprietà di una cittadina italiana, poiché sprovvista di copertura assicurativa, è stata sottoposta ai provvedimenti di fermo e sequestro amministrativi.