Ravenna, 20 aprile 2017 - Anche in provincia di Ravenna, in particolare al confine con il territorio ferrarese, le ricerche di ‘Igor il russo' si sono intensificate ’. Dopo la perlustrazione di circa una settimana fa effettuata da decine di carabinieri alle porte di Lavezzola in un’ampia area in aperta campagna (a cui si accede da via Bisa) a ridosso del Sillaro, torrente che confluisce da destra nel fiume Reno nei pressi del ponte della Bastia, negli ultimi giorni diverse pattuglie dell’Arma stanno setacciando in lungo e in largo altre zone limitrofe (FOTO).

Le ricerche dei carabinieri di Faenza nella zona al confine tra il lughese e il ferrarese

Come ad esempio nelle campagne e all'interno dei casolari abbandonati situati intorno a Villa Pianta di Alfonsine, Voltana, Passogatto, Frascata e Giovecca. Le ricerche, in questo caso praticamente dal giorno stesso in cui il killer di Budrio aveva ucciso a sangue freddo - nei pressi di Portomaggiore - la guardia ambientale volontaria Valerio Verri ferendo gravemente la guardia provinciale Marco Ravaglia, stanno riguardando anche il conselicese, in particolare la campagna che circonda le località di Chiesanuova di Conselice, Borgo Serraglio e Spazzate Sassatelli, estendendosi anche nella Vicina Serraglio, situata nel territorio comunale di Massa Lombarda.

Lui. Sca.

IGORFFF_22029597_230146