Ravenna, 17 giugno 2017 - La Guardia di Finanza di Ravenna ha arrestato due spacciatori di marijuana in stazione. Si tratta di due cittadini nigeriani ‘presi’ nell’ambito di due distinte operazioni, appena scesi dal treno e trovati in possesso di un cospicuo quantitativo di droga.

Nel primo caso, il pusher, con numerosi precedenti penali specifici, aveva nascosto addosso circa 20 grammi di stupefacente già suddiviso in singole dosi pronte per lo spaccio. È stato subito arrestato e poi condannato a quattro mesi di reclusione e a 800 euro di multa, oltre a ‘rimediare’ una misura restrittiva del divieto di dimore in provincia di Ravenna fino a tutto il 2018.

Il secondo spacciatore giunto in stazione è stato trovato in possesso di 27 grammi di marijuana che, sebbene abilmente occultati, non sono sfuggiti all’infallibile fiuto del cane antidroga. Anche in questo caso la sostanza era già stata frazionata in dosi per poter essere rapidamente smerciata. Il soggetto, senza fissa dimora, è stato processato per direttissima. Sono stati concessi i termini a difesa e il processo sarà aggiornato alla prossima udienza.