Ravenna, 11 ottobre 2017 - "È insopportabile il disprezzo per il decoro e la civile convivenza che viene manifestata da persone senza alcun senso civico. Noi, grazie all'ottimo rapporto e alla proficua collaborazione tra polizia municipale della Bassa Romagna, operatori e tecnici di Hera, continueremo a sostenere questo tipo di interventi, a beneficio dell'intera comunità e dei tanti cittadini che rispettano le regole”.

Così il sindaco di Massa Lombarda, Daniele Bassi, commenta l’individuazione e il sanzionamento, avvenuto nella giornata di ieri di altri cinque ‘furbetti’ dei rifiuti, due dei quali residenti nella stessa Massa Lombarda e tre che abitano nell’imolese, responsabili di abbandoni di rifiuti.

Teatro della scarico illegale è via Maestri del lavoro, dove lo svuotamento avviene sempre nel rispetto delle frequenze previste. Nella circostanza è stati un operatore di Hera, dopo aver notato un'enorme quantità di rifiuti indifferenziati abbandonati a terra, a comunicarlo al tecnico di zona, il quale ha informato tempestivamente l'amministrazione comunale.

Il primo cittadino ha immediatamente disposto adeguati controlli da parte dei vigili che, unitamente agli operatori di Hera, tramite indirizzi e documentazioni personali contenute nei sacchi abbandonati, hanno permesso di individuare i trasgressori, i quali saranno raggiunti dalle sanzioni amministrative previste dalla legge. Nella sola Massa Lombarda salgono così a 18, in circa due mesi e mezzo, i cittadini pizzicati (in parte grazie anche alle apposite telecamere di videosorveglianza) e sanzionati.

lu. sca.