Porto Corsini, 14 luglio 2017 - Nel rpimo pomeriggio odierno la sala operativa della Guardia Costiera di Ravenna ha ricevuto una comunicazione telefonica dal dipendente Ufficio Circondariale Marittimo di Porto Garibaldi circa la scomparsa di un natante da diporto – un semicabinato di colore bianco di circa sei metri con motore fuoribordo – avvenuta nella giornata di ieri 13 luglio, con a bordo una persona. Il proprietario dello stesso, un pensionato di Porto Garibaldi di 76 anni con la passione della pesca, si era recato - come faceva abitualmente - ad effettuare una battuta di pesca sportiva nell’area di mare compresa tra la piattaforma Naomi Pandora e la zona antistante Casal Borsetti non dando però più notizie ai suoi familiari i quali, allarmati dal suo silenzio, hanno poi dato l’allarme.

Partivano così le ricerche che vedevano impiegate due motovedette unitamente ad un velivolo ATR42 del Nucleo Aereo della Guardia Costiera di Pescara ed un elicottero dei Vigili del Fuoco di Bologna con a bordo due sommozzatori. Nella prima serata erano proprio il velivolo della Guardia Costiera e l’elicottero dei vigili fuoco ad avvistare dall’alto il natante scomparso ad 8 miglia circa al largo di Casal Borsetti. I mezzi navali sopraggiunti nelle sue vicinanze affiancavano lo stesso (ancorato e fermo) ed appuravano che corrispondeva alle descrizioni fatte ma non rinvenivano alcuna persona a bordo. Pertanto le ricerche della persona scomparsa attualmente continuavano nell’area di mare e tutt’ora procedono con il coinvolgimento di tutti i mezzi navali.