Bagnacavallo, 3 gennaio 2018 - Le vacanze natalizie sono agli sgoccioli e le scuole sono prossime riapertura. In attesa della ripresa delle lezioni, fissata per lunedì prossimo (8 gennaio), a Bagnacavallo è in corso in questi giorni il trasloco delle aule delle scuole medie ‘Graziani’ dall’edificio di largo de Gasperi a quello di via Cavour. Sono infatti giunti a conclusione i lavori di adeguamento sismico del primo plesso oggetto dell’intervento complessivo di circa un milione e 500mila euro.

Assieme alle opere strutturali necessarie per ottenere l’adeguamento sismico dell’edificio, che hanno costituito la parte più consistente dell’intervento, sono stati effettuati numerosi lavori di miglioramento degli impianti e delle finiture. Tra questi spiccano l’installazione di nuovi controsoffitti, nuovi corpi illuminanti a basso consumo e nuove porte delle aule, l’integrazione della rete ethernet all’interno dell’edificio, il recupero e la levigatura del pavimento dell’atrio e delle aule al primo piano, il rifacimento della pavimentazione delle aule al piano terra interessate dai lavori e di quella dei bagni, la sabbiatura e la riverniciatura della ringhiera esistente. Inoltre sono stati ristrutturati e trasformati in una nuova aula gli ex uffici della presidenza e della segreteria, giungendo così ad avere le dodici aule previste per ospitare tutte le classi.

Il cantiere nelle prossime settimane si sposterà nel plesso di largo De Gasperi, dove fra le varie opere sono previste la demolizione e la ricostruzione del vano corrispondente all’attuale atrio. Ad eseguire gli interventi è stata l’impresa Zini di Bologna. A rendere possibile l’adeguamento sismico delle scuole medie è stato uno stanziamento, da parte dello Stato tramite la Regione Emilia-Romagna, di oltre un milione e 200mila euro, ai quali si sono aggiunti 300mila euro finanziati dalla locale amministrazione comunale. La conclusione dei lavori è prevista per il prossimo novembre. Avviato nel corso del 2016 con la fase di progettazione, l’intervento è costantemente seguito dal gruppo di lavoro costituito da Comune e Istituto comprensivo Berti che vede coinvolti l’amministrazione e i tecnici comunali, la dirigenza scolastica, il personale docente e non docente e rappresentanti del Consiglio d’Istituto e delle associazioni di genitori.

                                                                                                                                                                                                                                                                                                                  L.S.