Cervia (Ravenna), 10 novembre 2017 - Avvistata una rara tartaruga gigante a Cervia. Sono stati i pescatori della cooperativa di Cervia i protagonisti di questo straordinario evento, incappati nel singolare incontro durante una normale battuta di pesca. 

"Stavamo salpando le reti - raccontano gli operatori ittici -, quando ci siamo accorti che a monitorare le nostre operazioni c'era proprio una tartaruga di quasi due metri. Era lì per le meduse, abbondanti in quei giorni nelle nostre reti, per cibarsene". 

Squalo bianco avvistato in Adriatico

A confermare la rarità dell'evento è Valerio Sulliotti, biologo ed esperto di tartarughe marine del Cestha, centro ricerche ambientali con sede a Ravenna, struttura che già da tempo collabora con le marinerie romagnole in progetti di tutela. "Si è trattato di un esemplare adulto, probabilmente spintosi in queste acque proprio in cerca di cibo. Non è affatto comune vedere tartarughe marine di questa specie, la tartaruga liuto, in Mediterraneo e lo è ancor meno in Alto Adriatico. Proprio queste sinergie tra pescatori e biologi ci permettono di migliorare la tutela del nostro mare", conclude il dottor Sulliotti "e continueremo a monitorare la situazione grazie ai nostri partner principali, chi vive il mare tutti i giorni".