Ravenna, 17 marzo 2017 - L’Ex caffé Silvano tra poche settimane sarà di nuovo aperto. Lo storico locale di piazzetta Einaudi, nel cuore del centro storico, potrebbe essere nuovamente operativo per Pasqua. «Il nostro obiettivo – spiega Francesco Polo, uno dei nuovi titolari – è riuscire ad aprire per le vacanze pasquali. Se non ci riusciremo sarà comunque questione di un giorno in più o di un giorno in meno. Gestiremo il locale insieme a Roberto Valentino che si è aggiudicato la gara indetta dal Comune».

Si conclude così una vecchia e ingarbugliata vicenda che aveva portato, nel marzo del 2014, alla chiusura dell’attività. All’epoca i precedenti affittuari e gestori avevano assicurato che il bar, dopo un paio di settimane e alcuni interventi di manutenzione, avrebbe riaperto. Invece le saracinesche non si sono più rialzate e i lavori annunciati non sono mai neanche iniziati. Non solo, di lì a poco saltò fuori che da quasi un anno non veniva pagato l’affitto al Comune, proprietario dell’immobile.

Palazzo Merlato fu costretto a mettere tutto nelle mani del proprio ufficio legale finché nel giugno dello scorso anno, risolte le questioni con i vecchi gestori, si è potuto procedere con l’asta per la nuova assegnazione. All’epoca parteciparono in dieci, sette dei quali di Ravenna. Il Caffè Silvano, storico locale del centro, faceva gola a parecchi, per la posizione eccezionale in cui si trova: a pochi passi da piazza del Popolo e vicinissimo anche alla stazione ferroviaria. Negli ultimi tre anni vederlo chiuso, con i vetri oscurati da grandi fogli di carta, faceva una certa impressione e in tanti si chiedevano quando sarebbe tornato nuovamente in attività.

Da qualche giorno dentro al locale sono partiti i lavori di ristrutturazione. «Lo rifaremo nuovo – prosegue Francesco Polo – e avrà anche un nuovo nome, ‘Bollicine’. Sarà un bar aperto dal mattino presto fino a sera attorno alle 24, almeno per il periodo estivo. Si trova in pieno centro, a pochi passi da piazza del Popolo, su una strada di grande passaggio anche dal punto di vista turistico. Allora vogliamo diventi un punto di riferimento sia per i ravennati che per i turisti. Ci piace l’idea di tenere viva la zona, durante l’estate, anche dopo cena e soprattutto quando ci saranno eventi in piazza. Abbiamo anche chiesto il permesso per poter mettere sedie e tavolini all’esterno. Faremo piccola ristorazione a pranzo e naturalmente gli aperitivi la sera». I nuovi titolari vengono dal Veneto, da Treviso, e a Ravenna hanno già diversi bar, tra cui Ramiro in piazza Caduti e il Belli in via Guerrini.