Monaco di Baviera, 8 novembre 2017 – Non era certo questa la serata in cui pensare che la Grissin Bon avrebbe cominciato la sua riscossa e infatti, come da pronostico, Reggio è uscita sconfitta dall’Audi Dome di Monaco: perché il Bayern ha dimostrato di essere più forte e di avere un organico da Eurolega. Risultato negativo a parte però Reggio ha lottato, mostrando cenni di risveglio, in particolare nel terzo quarto, anche in termini di compatezza, e può avvicinarsi al delicatissimo match di sabato contro Pistoia con qualche stilla di fiducia in più.

La Grissin Bon parte con tre conclusioni dalla lunga distanza consecutiva che le consentono di giocarsela alla pari (9-9 al 3’) coi bavaresi, che da subito la mettono sul fisico. Sull’asse Cunningham-Booker però i padroni di casa provano a dare la prima spallata: 19-11 a metà frazione. La truppa di Menetti riesce a non disunirsi e benchè in difesa subisca parecchio, sull’altro lato del campo infila il canestro avversario con buona continuità grazie al solito Della Valle. Due ingenuità sul finire del tempo spediscono i biancorossi al -8.

Avvio da brivido per la Pallacanestro Reggiana nel secondo quarto: 6-0 di break a favore del Bayern e dopo 2’ Mussini e compagni sono sotto di 14 lunghezze; di riffa o di raffa la Grissin Bon qualche paniere per non sbracare definitivamente lo infila pure, ma la superiorità della truppa di Sasa Djordjevic è nettissima, e la “bomba” di tabella di Dedovic a fil di sirena, per il +22 germanico con cui si va all’intervallo lungo, pare già chiudere il match. Al ritorno sul parquet la Grissin Bon appare però più volitiva in difesa; così quando arrivano buone cose, per quanto estemporanee, da Wright e Markoishvili, recupera sino al -12 (55-43) del 6’. Reynolds fallisce però l’appoggio del -10 e subito Redding punisce dall’arco interrompendo l’inerzia reggiana. I ragazzi di Menetti però mentalmente sono in partita, reggono in trincea e agli ultimi dieci minuti si presentano in svantaggio 62-49.

De Vico e soci lottano, ma la differenza tecnica è evidente, il Bayern gestisce con sufficiente scioltezza il bottino accumulato, Reggio non ha i mezzi né la forza per tentare di sovvertire il pronostico. Così, al 5’, lo score non lascia adito a dubbi: 73-54 e match in ghiaccio.

BAYERN: Hobbs 8, King 2, Cunningham 15, Macvan 6, Dedovic 15, Redding 11, Barthel 5, Gavel, Booker 13, Zirbes 6, Jallow 2, Gegic. All.: Djordjevic

GRISSIN BON: Mussini, Bonacini, Wright 7, Candi 8, Della Valle 15, Reynolds 12, Markoishvili 14, Sanè 2, De Vico . N.e.: Cipolla e Tchewe. All.: Menetti

Arbitri: Miguel Perez Perez (Spa), Sergio Silva (Por), Rain Peerandi (Est)

Parziali: 28-20, 50-28, 62-49

Note: tiri da 3: Bayern 8/15, Grissin Bon 8/28; tiri liberi: Monaco 11/13, Reggio: 8/8.