Villeurbanne, 10 gennaio 2018 – Niente da fare per la Grissin Bon a Villeurbanne, nel secondo turno della Top16 di EuroCup. Reggio si arrende all’Asvel dopo essere stata anche sul punto di cedere rovinosamente (-13 al 7’ dell’ultimo quarto con gli avversari in piena energia positiva) prima di un grande recupero nel finale che per poco non fruttava una vittoria che sarebbe stata davvero clamorosa. Nulla di compromesso comunque per i biancorossi in chiave qualificazione. Tra le note positive il rientro in campo di un concreto e grintoso Nevels e di capitan Riccardo Cervi, ancora però un po’ lontano dal giusto ritmo partita

Ottimo l’avvio di gara della Grissin Bon, che difende con grande intensità e anche in attacco lavora con discreto ordine, pur non venendo premiata come dovrebbe dal canestro. Al 6’ i biancorossi conducono 6-11 chiudendo in vantaggio 13-19 il primo quarto. Meno brillante la truppa di Menetti nel secondo: la retroguardia allenta la presa, l’attacco si fa macchinoso o troppo individualista; così a metà frazione l’Asvel impatta, 25-25, mette il naso avanti al 9’ (31-29) e va in vantaggio all’intervallo lungo.

Al ritorno sul parquet la Grissin Bon è lontana parente di quella dei 20’ precedenti: in difesa si prende troppe distrazioni, l’attacco è disastroso e contrassegnato da palle perse e errori davvero banali. Risultato: break di 14-2 a favore dei francesi che passano dal 37-36 al 51-38; prima che due tiri liberi di Della Valle e, soprattutto, una “bomba” di Nevels a fil di sirena, non consentano a Reggio di arrivare agli ultimi dieci minuti con un -7, tutto sommato decoroso, sul groppone. L’ultima frazione vede la Pallacanestro Reggiana impattare malissimo, con tanti errori in fase offensiva e troppe distrazioni in difesa. Markoishvili e soci tornano a -13 e sembrano sul punto di crollare. Ma negli ultimi 90 secondi i biancorossi si trasformano: Markoishvili e Llompart siglano due “bombe” che riportano il team di Menetti a -5, Della Valle ruba il pallone che frutta il -3 a trenta secondi dalla fine. A uccidere i sogni reggiani è una favolosa “bomba” di Roberson, ma, almeno sotto il profilo del risultato, la Grissin Bon chiude meglio del previsto.

Il tabellino

ASVEL VILLEURBANNE - GRISSIN BON REGGIO EMILIA 68-64

ASVEL: Kahudi 9, Slaughter 8, Kaba 13, Lang, Noua 2, Nelson 1, Roberson 10, Watkins 15, Lighty 2, Harper 8. N.e.: Maledon e Briki. All.: Jackson

GRISSIN BON: Wright J. 4, Candi 3, Della Valle 17, White, Reynolds 10, Markoishvili 11, Wright C. 4, Cervi, Nevels 9, Lllompart 6.N.e.: Mussini e Bonacini. All.: Menetti

Arbitri: Carlos Peruga (Spa), Mario Majkic (Slo), Marko Juras (Srb)

Parziali: 13-19, 32-31, 52-45

Note: tiri da 3: Asvel 5/13, Grissin Bon 7/27; tiri liberi: Villeurbanne 9/18, Reggio 11/13.