Reggio Emilia, 3 dicembre 2017 - C’è mancato davvero poco. La Grissin Bon perde in casa con l’EA7, accarezzando però il sogno della vittoria, sfumato all’ultimo tiro contro una Milano solida e compatta. La truppa di Menetti ha avuto il grandissimo merito di non arrendersi mai, di contendere ogni pallone e di arrivare ad avere in mano quelli decisivi, purtroppo due volte rimbalzati dal ferro. Avvio di gara estremamente nervoso: le due squadre segnano poco e si “picchiano” molto. La Grissin Bon però, trascinata dal rientrante Reynolds, davvero belluino, risponde a ogni iniziativa ospite e all’8’ passa anche a condurre con una “bomba” di Mussini (14-12. Il periodo però si chiude con l’Olimpia a +1 (14-15).

L’Armani fa la voce grossa all’inizio del secondo quarto piazzando un break di 5-0, a cui Reggio pare reagire bene, ma quando le “scarpette rosse” entrano in ritmo e infliggono un altro secco 9-0 alla truppa di Menetti, essa finisce sotto di 11 a metà frazione (20-31). I biancorossi sono però bravi a non disunirsi e così, grazie a Candi che recupera un paio di palloni fondamentali e Wright che segna in uno contro uno, all’8’ tornano avanti: controbreak di 13-0 e tabellone sul 33-31. Con Pianigiani costretto a chiamare due time-out nello spazio di pochi minuti. Nel finale però Jerrels spezza di nuovo l’equilibrio con cinque punti filati che spediscono le squadre all’intervallo lungo con l’Olimpia in vantaggio 35-41.

Al ritorno sul parquet Milano pare impattare ancora meglio la contesa e a lungo mantiene otto lunghezze di margine. Reggio però è indomita e indomabile, risponde con un’intensità difensiva clamorosa e al 9’ conquista di nuovo la parità: 50-50. Bertans trova però il tiro del fuoriclasse che regala il +3 del 30’ ai suoi.

L’ultima frazione sfila in equilibrio sino al 6’ quando l’EA7, sull’asse Gudaitis-Theodore tenta l’ennesima spallata (+6, 61-67). Ma la Grissin Bon non muore davvero mai, e ancora grazie alla difesa e poi a una “bomba” magica seguita da due tiri liberi di Llompart a 18 secondi dalla fine è di nuovo pari: 71-71. Menetti scegli di fare fallo per avere l’ultimo tiro; Jerrels segna solo uno dei due liberi ma sull’azione successiva prima Markoishvili e poi Wright mancano il tiro della vittoria e a festeggiare è l’Olimpia. Finisce 71-72.

GRISSIN BON: Mussini 3, Wright 11, Bonacini, Candi 5, Della Valle 15, White 8, Reynolds 17, Markoishvili 10, Llompart 2, De Vico. N.e.: Cipolla e Dellosto. All.: Menetti.

EA7: Micov , Pascolo 2, Cinciarini 4, Cusin 1, Abass 2, M’Baye 3, Theodore 10, Jefferson 5, Bertans 11, Jerrels 16, Gudaitis 18. N.e.: Fontecchio. All.: Pianigiani

Arbitri: Manuel Mazzoni, Denny Borgioni, Christian Borgo

Parziali: 14-15, 35-41, 50-53

Note: Tiri da 3: Reggio Emilia 6/24, Milano 8/19; tiri liberi: Grissin Bon 17/19, EA7 18/24