Gattatico (Reggio Emilia), 30 dicembre 2017 – Anziana, con difficoltà motorie, messa alla porta, al freddo gelido, dopo un banale litigio con la figlia, che non ha esitato a lasciare fuori di casa la madre, a temperature sottozero. E’ accaduto nei giorni appena prima del Natale in un comune della Val d’Enza. E’ stato un vicino di casa a notare l’anziana infreddolita e in difficoltà, all’aperto. Sono stati avvisati i carabinieri, intervenuti con l’ambulanza che ha poi trasportato la pensionata in ospedale per una visita di controllo.

E’ stata poi sottoposta a “ricovero sociale”, visto che nessun familiare si è presentato per riportarla a casa. E’ stato poi convinto un altro figlio a ospitarla. Le indagini dei carabinieri hanno però fatto emergere condotte penalmente rilevanti nei confronti dei figli di 53 e 46 anni, entrambi denunciati per il reato di abbandono di incapace.

Dopo una lite, la figlia l’ha “invitata” a fare le valigie e ad andarsene. Avrebbe dovuto prenderla il figlio, il qualche però ha tardato a ritornare con l’auto, lasciandola praticamente da sola a tre gradi sottozero. Per fortuna è intervenuto il vicino di casa, il quale ha permesso di soccorrere la pensionata, ultrasettantenne.