Reggio Emilia, 14 febbraio 2018 – Atti sessuali nei confronti di una 12enne. Con questa accusa è stata disposta una misura cautelare nei confronti di un giovane reggiano incensurato. La vittima sarebbe la figlia di alcuni amici di famiglia. Il ragazzo non potrà più avvicinarsi alla 12enne: è stato disposto il divieto di avvicinamento. E’ gravemente indiziato di avere approcciato, ripetutamente e in modo inopportuno, la minore che sarebbe stata quindi costretta a subire le attenzioni, sgradite e fuori luogo, dell’uomo che si era perdutamente invaghito della giovane. A scoprire i fatti, dapprima, la madre della ragazzina che controllando il telefono della figlia aveva notato dei messaggi inopportuni inviati da quello che riteneva un “amico” di famiglia. La donna, quindi ha denunciato i fatti e la polizia ha avviato le indagini sotto il coordinamento del pubblico ministero. Sono stati così raccolti numerosi e concordanti indizi a carico dell’uomo che aveva anche mostrato alla minore in più occasioni dei filmati pornografici ed aveva tentato degli approcci fisici piuttosto espliciti.