Brescello (Reggio Emilia), 15 luglio 2017 – L’infatuazione di un 31enne abitante a Brescello per una donna sua vicina di casa era già nota non solo in paese ma anche alle forze dell’ordine. Nei confronti dell’uomo, infatti, era stato emesso un provvedimento di divieto di avvicinamento alla donna, imposto dal tribunale di Reggio a maggio, oltre all’obbligo di presentarsi ogni giorno alla polizia giudiziaria. In barba a questo divieto, il 31enne ha invece avvicinato la vicina e l’ha aggredita, provocandole lesioni guaribili in alcuni giorni. Poi è tornato nella sua abitazione. La donna ha chiesto aiuto ai carabinieri. Al loro arrivo i militari l’hanno trovata in stato d’agitazione: e stata soccorsa e medicata in ospedale. L’uomo invece alla vista dei militari è scappato di casa e si è nascosto tra i campi, ma i carabinieri lo hanno trovato e arrestato con l’accusa di lesioni personali e violazione dell’ordinanza di divieto di avvicinamento imposto dall’autorità giudiziaria. Per ora resta in carcere.