Reggio Emilia, 10 settembre 2017 – Un cittadino romeno domiciliato a Reggio è stato arrestato ieri mattina dai carabinieri del locale nucleo investigativo in esecuzione di un ordine di arresto europeo emesso nei suoi confronti dal tribunale di Brasov (Romania) essendo ricercato in quello Stato a seguito della condanna a un anno di reclusione per il reato di lesioni personali che doveva ancora scontare, essendosi reso latitante.

Il 33enne cittadino rumeno ora è in cella a Reggio, in attesa di essere consegnato alle autorità di polizia della Romania. Secondo la documentazione in possesso dei carabinieri, il ricercato nel gennaio del 2013, quando viveva in Romania, a seguito di una lite scaturita con una ragazza, le sferrava due pugni, provocandole lesioni giudicate guaribili in 24 giorni. Per quei fatti è stato condannato, ma non ha scontato la pena in quanto nel frattempo si era reso irreperibile. Da qui l'emissione del provvedimento di arresto europeo che è stato eseguito dai carabinieri reggiani, i quali hanno rintracciato il 33enne in città.