Lentigione (Reggio Emilia), 29 dicembre 2017 – E’ arrivata la conferma: il Consiglio dei ministri ha deliberato la dichiarazione dello stato di emergenza provocato dal maltempo dall’8 al 12 dicembre, interessando anche Lentigione di Brescello. Ora può partire ufficialmente l’iter burocratico per i risarcimenti. Ci sarà una task force di tecnici, a Brescello, per accelerare i tempi sulla compilazione degli atti. Il Comune ha richiesto otto tecnici come rinforzo, per un periodo di almeno quattro mesi. Serviranno nei punti di ascolti di Brescello e di Lentigione per aiutare i cittadini a calcolare i danni e redigere i tabulati.

Ci saranno anche tecnici a disposizione dei privati per i sopralluoghi e verifiche. Per le aziende – 62 le imprese colpite – ci sarà un comitato di tecnici per le consulenze. E nel pool opererà anche un tecnico, pagato dai vertici di Immergas e da altre aziende locali, che lavorerà per tutelare al massimo le imprese brescellesi danneggiate dalla piena dell’Enza. Previsti anche risarcimenti per i danni riportati dai veicoli, considerati come un “bene primario”. E’ stato confermato in una animata assemblea che si è svolta ieri al centro sociale del paese, con i rappresentanti delle istituzioni e i cittadini.