Reggio Emilia, 15 giugno 2017 – Un’ora di nubifragio, fra le 21 e le 22 di ieri, che ha scatenato la furia del maltempo su tutta la provincia.

Il caso più grave è avvenuto a Bibbiano, in via Gramsci, dove un fulmine si è abbattuto su una abitazione, provocando l’incendio di una porzione di tetto e l’esplosione della tubazione del gas esterna al fabbricato; nessuna persona è rimasta coinvolta.

La casa, però, abitata da due anziani del paese è stata dichiarata inagibile e per i due pensionati è stato necessario trovare una diversa collocazione per la notte.

Altri disagi si sono registrati in città, dove numerosi rami e piante sono caduti sulla strada: in via Tondelli un grosso albero si è abbattuto su un’auto.

Diverse strutture sono state allagate: alcuni locali dell’emittente di Telereggio a Cavriago e due sottopassi a Reggio e Rubiera.

Allagamenti anche all'interno della stazione Mediopadana.

Nella Bassa, una pianta è caduta sui cavi elettrici in via Ceravolo a Poviglio.

I centralini dei vigili del fuoco e della polizia municipale anche stamattina sono stati intasati dalle telefonate per segnalazioni di cittadini riguardo piante e rami pericolanti.