Reggio Emilia, 14 giugno 2017 - Notte violenta, quella appena trascorse, per le vie della città. Due risse culminate con altrettanti accoltellamenti si sono verificate nel giro di poche ore.

La prima, più grave, è avvenuta poco dopo le 22 in via Mutilati del Lavoro, in zona Rosta Nuova. Un ragazzo marocchino clandestino di 23 anni è stato colpito più volte al torace, davanti e dietro, durante una lite. Sul posto gli uomini del 118 che lo hanno portato al pronto soccorso del Santa Maria Nuova in gravi condizioni e in giornata verrà operato.

Gli uomini della questura ora indagano sull’accaduto, anche per capire quale arma possa essere stata usata. Non si tratterrebbe infatti di ferite molto profonde. Il giovane non è in pericolo di vita.

Appena si rimetterà verrà ascoltato dalla polizia per capire le origini della lite.

Un altra rissa si è sviluppata poco prima dell’1 nella zona della stazione, vicino viale Piave. Ad avere la peggio un nigeriano di 42, già conosciuto ai carabinieri per questioni di droga. Un cittadino ha chiamato il 118 dicendo di aver visto lo straniero perder molto sangue.

Stando alle sue dichiarazioni lo straniero avrebbe sdato una lite. Uno dei due litiganti – stando al suo racconto – avrebbe preso una bottiglia di vetro, l’ha spaccata, per poi colpirlo all’avambraccio. Portato al pronto soccorso, se l’è cavata con 20 giorni di prognosi.

Ora indagano gli uomini dell’arma.