Mediopadana, fermate dei treni verso il raddoppio

Da 15 a 31: l’aumento, indicato da Italo e soprattutto Trenitalia, scatterebbe dal 15 dicembre

(Foto Artioli) (1 / 94)

(Foto Artioli) (2 / 94)

(Foto Artioli) (3 / 94)

(Foto Artioli) (4 / 94)

(Foto Artioli) (5 / 94)

(Foto Artioli) (6 / 94)

(Foto Artioli) (7 / 94)

(Foto Artioli) (8 / 94)

(Foto Artioli) (9 / 94)

(Foto Artioli) (10 / 94)

(Foto Artioli) (11 / 94)

(Foto Artioli) (12 / 94)

(Foto Artioli) (13 / 94)

(Foto Artioli) (14 / 94)

(Foto Artioli) (15 / 94)

(Foto Artioli) (16 / 94)

(Foto Artioli) (17 / 94)

(Foto Artioli) (18 / 94)

(Foto Artioli) (19 / 94)

(Foto Artioli) (20 / 94)

(Foto Artioli) (21 / 94)

(Foto Artioli) (22 / 94)

(Foto Artioli) (23 / 94)

(Foto Artioli) (24 / 94)

(Foto Artioli) (25 / 94)

(Foto Artioli) (26 / 94)

(Foto Artioli) (27 / 94)

(Foto Artioli) (28 / 94)

(Foto Artioli) (29 / 94)

(Foto Artioli) (30 / 94)

(Foto Artioli) (31 / 94)

(Foto Artioli) (32 / 94)

(Foto Artioli) (33 / 94)

(Foto Artioli) (34 / 94)

(Foto Artioli) (35 / 94)

(Foto Artioli) (36 / 94)

(Foto Artioli) (37 / 94)

(Foto Artioli) (38 / 94)

(Foto Artioli) (39 / 94)

(Foto Artioli) (40 / 94)

(Foto Artioli) (41 / 94)

(Foto Artioli) (42 / 94)

(Foto Artioli) (43 / 94)

(Foto Artioli) (44 / 94)

(Foto Artioli) (45 / 94)

(Foto Artioli) (46 / 94)

(Foto Artioli) (47 / 94)

(Foto Artioli) (48 / 94)

(Foto Artioli) (49 / 94)

(Foto Artioli) (50 / 94)

(Foto Artioli) (51 / 94)

(Foto Artioli) (52 / 94)

(Foto Artioli) (53 / 94)

(Foto Artioli) (54 / 94)

(Foto Artioli) (55 / 94)

(Foto Artioli) (56 / 94)

(Foto Artioli) (57 / 94)

(Foto Artioli) (58 / 94)

(Foto Artioli) (59 / 94)

(Foto Artioli) (60 / 94)

(Foto Artioli) (61 / 94)

(Foto Artioli) (62 / 94)

(Foto Artioli) (63 / 94)

(Foto Artioli) (64 / 94)

(Foto Artioli) (65 / 94)

(Foto Artioli) (66 / 94)

(Foto Artioli) (67 / 94)

(Foto Artioli) (68 / 94)

(Foto Artioli) (69 / 94)

(Foto Artioli) (70 / 94)

(Foto Artioli) (71 / 94)

(Foto Artioli) (72 / 94)

(Foto Artioli) (73 / 94)

(Foto Artioli) (74 / 94)

(Foto Artioli) (75 / 94)

(Foto Artioli) (76 / 94)

(Foto Artioli) (77 / 94)

(Foto Artioli) (78 / 94)

(Foto Artioli) (79 / 94)

(Foto Artioli) (80 / 94)

(Foto Artioli) (81 / 94)

(Foto Artioli) (82 / 94)

(Foto Artioli) (83 / 94)

(Foto Artioli) (84 / 94)

(Foto Artioli) (85 / 94)

(Foto Artioli) (86 / 94)

(Foto Artioli) (87 / 94)

(Foto Artioli) (88 / 94)

(Foto Artioli) (89 / 94)

(Foto Artioli) (90 / 94)

(Foto Artioli) (91 / 94)

(Foto Artioli) (92 / 94)

(Foto Artioli) (93 / 94)

(Foto Artioli) (94 / 94)

Reggio Emilia, 1 dicembre 2013 - TRENITALIA soprattutto. Ma anche Italo. Per la stazione di Calatrava sta per raddoppiare il numero dei treni che faranno sosta a Reggio. I due operatori hanno messo sulla carta una serie di tracce che prevedono la sosta alla stazione dell’Alta velocità reggiana. Un sostanziale raddoppio - da 15 a 31 treni - che dovrebbe scattare tra pochi giorni, con l’orario invernale che entrerà in vigore il 15 dicembre.

«ADESSO alla nostra stazione dell’Alta Velocità ci sono circa mille passeggeri al giorno, un risultato tre volte più alto di quello che era stato previsto - dice l’assessore ai progetti speciali del Comune di Reggio, Mimmo Spadoni -. E abbiamo visto che Trenitalia in particolare, ma anche Italo, hanno messo giù molte nuove tracce. In questo momento però preferiamo essere cauti e aspettare di vedere come organizzeranno tutto il servizio».

LA NOTIZIA del forte aumento del numero dei treni che fermeranno alla stazione di Calatrava è stata segnalata dal sindaco di Reggio, Ugo Ferrari, durante il suo intervento di ieri all’incontro sul Tecnopolo: «Stanno arrivando nuove fermate a Reggio per l’Alta velocità». Un sostanziale raddoppio sul quale il sindaco ha scherzato: «Aspettiamo a dirlo perchè ancora non ci crediamo». Si attende di vedere come saranno risolti eventuali problemi di sovraffollamento in certe fasce orarie. «In sostanza gli operatori ci hanno prefigurato che, con l’inverno, le fermate saranno molto più numerose».

«QUELLO che c’è nelle carte è il passaggio dalle 15 coppie attuali di treni a 31 - dice l’assessore Spadoni -. In particolare avremmo la fermata di molti treni che arrivano a Torino. Un viaggio che, con l’Alta velocità, darà un risparmio di due ore».

404 - Resource not found
404 – Resource not found