Rimini, 9 novembre 2017 - Nella Milano da bere di Lapo Elkann e Carlo Cracco, anche Rimini brinda... C’è la mano del giovane riminese Giacomo Basagni dietro al grande party che ha tenuto a battesimo, l’altra sera, il nuovo Garage Italia. E insieme a lui c’erano tanti riminesi martedì, all’inaugurazione del nuovo spazio nel cuore di Milano. Un luogo ricavato da una vecchia stazione di servizio Agip, che Elkann ha trasformato in un qualcosa di unico: Garage Italia è un’officina di lusso per la customizzazione di auto, moto, barche, ma anche un ristorante diretto dallo chef stellato Carlo Cracco, l’ex giudice di Masterchef, e una galleria per eventi, incontri e mostre.

Martedì alla festa d’inaugurazione (si entrava su invito) c’erano 2mila persone, fra cui tanti noti imprenditori, stilisti, designer e personaggi del mondo dello spettacolo. Fra loro non è passata inosservata anche Martina Colombari, presentatasi all’evento col marito Billy Costacurta. Ma la ‘colonia’ riminese era molto più folta. A suonare per gli invitati c’erano, come deejay, il riminese Antonio Mami (meglio conosciuto come Tony Lovely) e il sammarinese Danilo Rossini.

E fra gli addetti alla sicurezza ecco Claudio Berardi, ‘Spadino’ per gli amici, il bodyguard a cui si affidano tanti vip in Riviera. Numerosi anche i riminesi fra i 2mila ospiti invitati alla festa, come Luigi Angelini, consigliere delegato di Wellness foundation della Technogym, la stilista (di origini serbe, ma da anni vive a Rimini) Ana Kalaver, e tanti altri ancora. A fare gli onori di casa c’era anche Rosa Fanti, la giovane santarcangiolese moglie dello chef Cracco. Ma uno dei ‘cerimonieri’ della festa è stato proprio Basagni, che da un anno e mezzo lavora per Elkann, che lo ha assunto come manager di Garage Italia per gli eventi e le pubbliche relazioni.

image

«Lavorare con Elkann – ammette Basagni – è davvero stimolante. E’ una persona squisita nei modi, e un grande creativo pieno di idee. Quello che lui e Cracco hanno realizzato con Garage Italia è uno spazio veramente unico, come forse non se ne sono ancora visti in Italia».

Elkann si fida parecchio di Basagni, tanto da avergli affidato anche il catering per la festa per i suoi 40 anni a Villar Perosa. E alla conferenza stampa per la presentazione di Garage Italia lo ha menzionato e lodato pubblicamente. «Mi ha dato una grande occasione. Alla vigilia dell’inaugurazione eravamo un po’ tutti spaventati, ma la serata è riuscita molto bene». Per Basagni la chiamata a Milano è arrivata grazie a Cracco: sono stati lui e la moglie a fare il suo nome per il ruolo di manager degli eventi. Dopo vari colloqui a Milano, Elkann e il suo staff hanno deciso così di metterlo sotto contratto affidandogli l’organizzazione degli eventi. «L’inaugurazione è stato un momento bellissimo, ma la vera sfida inizia adesso – conclude Basagni – e io mi sento pronto».