Rimini, 17 marzo 2016 - Tornano anche quest'anno in tutta Italia le Giornate del Fai di primavera, un appuntamento imperdibile per chi vuole trascorrere un weekend alla scoperta dei tesori del nostro Bel Paese. Per l'appuntamento, in programma sabato 25 e domenica 26 marzo, i visitatori avranno anche a disposizione delle guide d'eccezione: gli 'apprendisti ciceroni' delle scuole superiori delle varie città.

A Rimini si può scegliere tra tre luoghi. A partire dalla Domus del Chirurgo in piazza Ferrari, visitabile sabato dalle 8.30 alle 13 e dalle 16 alle 19 e domenica dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 19. Situata nella zona settentrionale dello scavo di piazza Ferrari, per il suo ottimo stato di conservazione e la ricchezza del corredo di reperti è un sito archeologico di rilievo. Risalente al II secolo d.C., la Domus è uno splendido esempio di architettura romana, con le sue stanze dai pavimenti musivi e i soffitti e le pareti decorate da affreschi policromi. La casa, di proprietà di un medico chiamato Eutyches, ha restituito una gran quantità di reperti, di cui il principale è una cassetta contenente 150 ferri chirurgici. Visite a cura degli Apprendisti Ciceroni: liceo artistico scientifico 'Alessandro Serpieri', liceo classico linguistico scienze umane economico sociali "Giulio Cesare" "Manara Valgimigli", liceo scientifico "Albert Einstein", istituto tecnico per il turismo “Marco Polo”, liceo artistico scientifico “Alessandro Volta” “Federico Fellini” di Riccione, istituto professionale per i servizi dell'enogastronomia e dell'ospitalità alberghiera  “Severo Savioli” di Riccione.

Aperto anche Palazzo Agolanti Pedrocca, sempre in piazza Ferrari, visitabile sabato dalle 8.30 alle 13 e dalle 16 alle 19 e domenica dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 19. Costruito in più fasi su rovine preesistenti che inglobarono parte delle mura urbane che furono utilizzate anche come pareti, nel 1250 divenne proprietà della nobile famiglia Agolanti. L'edificio passò poi, per testamento, alla famiglia Pedrocca e dopo altri successivi passaggi di proprietà, fu adibito a ufficio postale e telegrafo. Nel 1923 fu acquistato dalla Banca d'Italia e fino al 1962 fu destinato a uffici e abitazione del direttore. Visite a cura degli 'apprendisti ciceroni' del liceo artistico scientifico 'Alessandro Serpieri', liceo classico linguistico scienze umane economico sociali "Giulio Cesare" "Manara Valgimigli", liceo scientifico "Albert Einstein", istituto tecnico per il turismo “Marco Polo”;  liceo artistico/scientifico “Alessandro Volta” “Federico Fellini” di Riccione, istituto professionale per i Servizi dell'enogastronomia e dell'ospitalità alberghiera “Severo Savioli” di Riccione.

Infine, il Fai organizza visite guidate al palazzo della Cassa di Risparmio, sempre in piazza Ferrari, visitabile sabato dalle 8.30 alle 13 e dalle 16 alle 19 e domenica dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 19. Edificio neo-rinascimentale, fu costruito per la banca nel 1914 dall'architetto svizzero Paolito Somazzi, lo stesso progettista del Grand Hotel di Rimini. Visite a cura degli 'apprendisti ciceroni' del liceo artistico scientifico “Alessandro Serpieri”, liceo classico linguistico scienze umane economico sociali "Giulio Cesare" "Manara Valgimigli", liceo scientifico "Albert Einstein", istituto tecnico per il turismo “Marco Polo”, liceo artistico/ scientifico “Alessandro Volta” “Federico Fellini” di Riccione, istituto professionale per i Servizi dell'enogastronomia e dell'ospitalità alberghiera “Severo Savioli” di Riccione.