Rimini, 27 settembre 2017 - Il Lurido è pronto a riaprire. Ma non si chiamerà più così, e soprattutto a gestirlo non sarà più la famiglia Corbelli. Secondo i ben informati, sono ormai a buon punto le trattative tra Franco Corbelli e i titolari del Newport, il ristorante e discoteca di Marina centro. E se l’operazione andrà in porto, da novembre lo storico locale nel borgo San Giuliano riprenderà l’attività proprio con i nuovi gestori.

Sul locale in questi anni si sono rincorse voci e indiscrezioni ogni di tipo. C’era anche chi era pronto a scommettere che Corbelli sarebbe tornato ai fornelli. Lui stesso, dopo aver abbassato la saracinesca dopo l’estate 2014, aveva detto che si trattava solo di «una pausa: questa volta ci siamo voluti prendere le ferie più lunghe del solito». Ma dopo alcuni mesi, è stato chiaro a tutti che la chiusura non era solo temporanea. Anche perché la figlia di Corbelli si è dedicata completamente ad Abocar, il nuovo ristorante che ha aperto (con il compagno) nel centro storico. Parecchi imprenditori, in questi tre anni, hanno messo gli occhi sul Lurido, ma fino a oggi nessuna trattativa si era mai concretizzata veramente.

Fino a quando i gestori del Newport, dopo aver tastato il terreno con altri locali, hanno avviato le trattative con Corbelli, che sarebbero ormai giunte a buon punto. L’intenzione è quella di cambiare completamente il tipo di locale, a partire dal nome e dal menu. Si punterà infatti sulla carne, anziché sul pesce. Anche perché mangiare al pesce al Lurido, senza più la famiglia Corbelli ai fornelli, non sarebbe la stessa cosa... Se la trattativa andrà a buon fine, il nuovo locale al posto del Lurido aprirà nel mese di novembre: il tempo di fare alcuni lavori e attrezzarlo per la nuova avventura.

La svolta del Lurido segue lo sbarco in centro storico e dintorni di altri imprenditori dei locali al mare. A ottobre aprirà infatti nella Vecchia pescheria Foyer, nuovo locale gestito dai soci del chiringuito del bagno 26 a Marina centro. E sempre a ottobre farà il suo debutto Il cortile in centro, la pizzeria gourmet di Thomas Agostini, il titolare della discoteca Satellite, e del socio Ivan Signoretti, pluripremiato pizzaiolo prima di San Patrignano e poi dei QBio di Cesena e Forlì. Anche l’ex Osteria del vizio riaprirà con gli imprenditori venuti... dal mare. Si tratta di Lorenzo Spadazzi e soci, i gestori de Il giardino a Marina centro, che apriranno al posto dell’osteria una nuova pizzeria e birreria, Fermata est.