Misano Adriatico - 28 settembre 2017 Rimini - Sono trascorsi 45 anni dalla prima volta all'autodromo di Misano. I bolidi a due ruote di quegli anni lasciarono i circuiti cittadini e le 'tirate' a tutta sul lungomare per una pista. I campioni cominciarono a piegare con il ginocchio sopra i cordoli e non sfiorando balle di paglia. Per ricordare quei tempi, il Misano world circuit ha organizzato il Misano classic weekend. Diecimila appassionati da tutta Europa stanno facendo rotta sul circuito per essere sulla pit lane dal 6 all'8 ottobre quando riprenderanno vita moto e atmosfere d'altri tempi. In pista scenderanno 400 piloti.

Sotto l’egida della FMI, la Federazione motociclismo italiana, si svolgeranno le gare conclusive delle varie categorie relative alle moto d’epoca, compresa una gara Endurance in notturna. L'altra metà dello spettacolo sarà fuori dalla pista. Nel paddock sarà attrezzata l’area Cafè Racer, dove saranno protagonisti i collezionisti e gli appassionati che gareggeranno alla nuova edizione di Ferro Garage Contest, esposizione di Cafe Racer, Old Endurance, Scrambler e Flat.

La rivista Ferro gestirà un contest vero e proprio, dedicato ai garage professionisti che esporranno nell’area denominata per “Special & Icon”. Per gli appassionati 'Ferristi' che giungeranno in circuito sulla propria Special, il biglietto d’ingresso sarà ridotto del 50%. Il sabato all'ora di pranzo partirà la parata sul circuito, mentre nel pomeriggio sarà premiata la Best bike in the Park.

Nella palazzina box di Mwc, un Cineforum proporrà la raccolta di video di gare storiche disputate in circuito. Un autentico tuffo nel passato. In occasione dell’inaugurazione, il 7 ottobre alle 11, è in programma una presentazione del film 'I Fidanzati della Morte' e la proiezione di un trailer.Tra i gioielli a due ruote esposti ci sarà la Ducati 750 F1 pilotata da Marco Lucchinelli nel 1986, in occasione della vittoria della 200 Miglia di Misano. Altra protagoniste saranno: la Ducati 888 Superbike 1991, la prima con iniezione elettronica pilotata da Doug Polen; la Ducati 999 SBK, protagonista di pole e vittoria in gara1 e gara2 con Troy Bayliss nel 2002; la Ducati Desmosedici GP07, trionfatrice della stagione 2007 con Casey Stoner; l’Aprilia 250 Gp, la prima a vincere una gara nel mondiale velocità, a Misano nel 1987 con Loris Reggiani; la Yamaha OW81 1986 guidata dal campione statunitense Eddie Lawson; la Yamaha M1 2008 MotoGp che vinse il mondiale MotoGp con Valentino Rossi, quella esposta è stata usata a Laguna Seca, dove avvenne il sorpasso a Stoner al Cavatappi.