Cronaca

Nessun ripensamento. Ieri a Riccione si è consumato il divorzio tra i nuotatori del primo gennaio. Così verso le 11,15 in piazzale Roma si sono tuffate un centinia di persone, mentre pochi minuti più tardi in piazzale San Martino scendevano in acqua una trentina di veterani della ‘Boa bianca’ e dei ‘Bagni Sottozero’. Nonostante gli 8 gradi di temperatura del mare si sono tuffati a denti stretti ma senza arretrare, sotto gli occhi di migliaia di persone che hanno cercato di spostarsi in fretta da un piazzale all’altro per assietere ad entrambi gli spettacoli. Ma per la contemporaneità dell’evento solo pochi ce l’hanno fatta.

In piazzale Roma l’evento è stato ripreso dalle telecamere della Rai che hanno documentato la corsa verso l’Adriatico dei nuotatori, favoriti dal ‘garbino’ che soffiava all’inizio della manifestazione, prima che il vento girasse e la temperatura si abbassasse rapidamente. Tra la folla anche Rudy Zerbi e il sindaco Tosi che hanno tifato per gli arditi, sempre più numerosi, che iniziano l’anno in costume e pelle d’oca. 

Sport Tech Benessere Moda Magazine