Rimini, 8 novembre 2017 - Prosegue senza sosta la lotta alla criminalità, condotta dal comando carabinieri di Novafeltria, coordinata dal capitano Silvia Guerrini, che vede impiegati i militari dell’Arma nel capillare controllo del territorio.

Intervento “lampo” di fronte a una villetta di Maiolo (usata occasionalmente dal proprietario, un imprenditore, per trascorrere week-end e periodi di vacanza): i carabinieri hanno visto due persone che stavano caricando un camion e hanno notato uno scambio furtivo di occhiate, appena un dettaglio, bastato però per intuire che i due uomini al lavoro non erano semplici operai, ma due ladri all’opera.

I due, intenti a caricare sul cassone di un camion, mediante una gru, bancali di laterizi e altro materiale edile posti nel giardino antistante l’abitazione della vittima, si sono irrigiditi, i carabinieri li hanno prontamente bloccati, identificati e portati in Caserma. I due albanesi L.A. e A.I. rispettivamente di 60 e 45 anni, entrambi residenti in Valmarecchia e immuni da precedenti penali, sono stati denunciati in stato di libertà alla competente Procura della Repubblica di Rimini. L’intera refurtiva, cinque bancali di piastrelle, veniva interamente recuperata e riconsegnata, immediatamente, al legittimo proprietario.