Rimini, 7 settembre 2017 - Un altro capitolo sulla vicenda di Gessica Notaro, la ragazza di Rimini sfregiata con l'acido lo scorso 10 gennaio. Parla l'ex fidanzato, l'ivoriano Edson Tavares, che è accusato anche di aver registrato un file audio di nascosto a casa di Gessica, alla presenza della madre di lei. 

Il file è stato fatto sentire nel processo per stalking a Rimini. Per questo singolo episodio è in programma l'udienza preliminare il 22 settembre. Nella registrazione si sente Gessica parlare male della gestione del delfinario di Rimini, dove lavorava: in
udienza ha spiegato le ragioni per cui era critica con alcune condotte della gestione. Nello stesso audio si sente anche Gessica che intima a Tavares di toglierle la mano che le aveva messo su una gamba. La registrazione risale ad un periodo in cui
lo straniero aveva già un ammonimento, ma continuava a frequentare casa di Gessica perché era rimasto legato alla mamma di lei.

Lo stesso Tavares è stato sentito come testimone, dicendo in pratica che la storia con Gessica finì per la gelosia della ragazza. Ha riferito anche di aver sofferto molto e di averla chiamata spesso per chiarire la situazione. Ha invece negato di essere stato lui a gettare l'acido addosso, sostenendo che la sera del 10 gennaio ha girato in auto e di aver fatto solo un passaggio al Villaggio Primo Maggio, la zona dove vive Gessica, per cercare degli amici. Tra i testi è stato ascoltato anche lo psichiatra di parte civile, che ha riconosciuto Tavares capace di intendere e di volere con una personalità narcisista e istrionica. 

 

 

NOTARO_24793551_182729