Rimini, 9 gennaio 2017 - Una caduta dallo scooter e poi l’atterraggio, di faccia, sul dorso di un istrice che si trovava sul bordo della strada, nascosto nell’erba. E per quello scontro con il roditore un diciassettenne ha rischiato di perdere un occhio. Lui, uno studente del Riminese, è volato dal suo scooter in curva, in una stradina poco trafficata della Valconca, mentre rientrava a casa.

Colpa del manto stradale ghiacciato dal freddo polare di questi giorni. Ma a procurare le lesioni peggiori ad un diciassettenne della zona non è stato l’asfalto quanto l’incontro imprevisto e da ‘record della sfortuna’ con un animaletto piccolino, ma ‘armato’ fino ai denti come è l’istrice.Dopo essere caduto a terra, il ragazzino della Valconca è andato a sbattere il volto proprio contro il dorso di un istrice che ha avuto la malaugurata sorte di essere sul suo cammino.

Nello scontro con il roditore, lo studente si è ritrovato con sei aculei conficcati nel viso, oltre a vari ematomi provocati dalla caduta. Sul posto sono subito intervenuti i carabinieri e gli uomini del 118 che hanno caricato in ambulanza e trasportato il ragazzino, sotto choc e molto dolorante, in ospedale. «Non vedo nulla dall’occhio sinistro, non riesco ad aprirlo», ha avuto la forza di dire ai soccorritori.

Una volta giunto in Medicina d’Urgenza dell’Infermi, i sanitari hanno estratto i quattro aculei che si trovavano sul volto del ragazzino. Ma a preoccupare i medici sono altri due lunghi aghi, che si erano staccati dal dorso del roditore nel suo istintivo gesto di difesa e che erano andati a conficcarsi nell’occhio sinistro dell’adolescente. Uno dei due ha provocato gravi lesioni al cristallino: il giovane ha rischiato di perdere l’occhio. Così lo studente, dopo essere stato stalizzato dal personale del pronto soccorso dell’Infermi, è stato trasferito d’urgenza al Ceccarini di Riccione nel reparto di Oculistica per essere sottoposto ad un delicato intervento.

Durante l’operazione al ragazzino sono stati estratti i due aculei dall’occhio sinistro e nello stesso tempo sono stati anche ricostruite quelle parti andate lesionate. Lo studente è rimasto ricoverato per diversi giorni nel reparto di Oculistica. Le prossime settimane saranno importanti per valutare il completo recupero della totale funzionalità dell’occhio rimasto ferito dall’incontro ravvicinato con l’istrice. La giovane età del paziente è sicuramente un aspetto fondamentale e positivo per il ritorno alla normalità e per una guarigione completa.